Milan, Brocchi promuove Gattuso: «Mentalmente più forte anche di me»

brescia brocchi
© foto www.imagephotoagency.it

Il parere di Christian Brocchi sull’esonero di Montella e sulla promozione ad allenatore del Milan di Rino Gattuso

Christian Brocchi è forse l’uomo più adatto a spiegare cosa sta passando per la testa di Rino Gattuso, da alcune ore a questa parte nominato nuovo allenatore del Milan. Intervistato da TMW Radio, l’ex centrocampista rossonero si è detto convinto che Ringhio farà bene: «Moralmente è un grande uomo, ha una forza mentalmente superiore anche rispetto a me. Deve vivere tutto con serenità, ha del tempo per lavorare, per fare bene e creare un gruppo vincente. Farà bene».

Brocchi non se la sente di addossare tutte le colpe del fallimento su Montella: «I risultati non sono arrivati anche per varie dinamiche. Ieri il Milan poteva anche vincere, non ce l’ha fatta in un periodo di negatività. Aspettative alte all’inizio dovute al mercato, ma chi è dentro nell’ambiente sa che vince chi ha uno zoccolo duro, con una rivoluzione c’è bisogno di più di tempo. Io penso che l’allenatore ha fatto un buon campionato lo scorso anno col ritorno in Europa. Quest’anno ci sono state difficoltà maggiori, fai fatica ad assemblare così tanti nuovi giocatori. Di tempo ne ha avuto, con un po’ di sfortuna non è riuscito a tenere il passo delle concorrenti».

L’ex allenatore del Milan ha spiegato anche quali possono essere i benefici di un cambio in corsa: «Nella prima settimana può dare qualcosa in più, visto che i giocatori meno utilizzati comprendono che possono avere spazio. Cambiano gli allenamenti durante la settimana, in tanti vogliono farsi conoscere e questo è più importante per la partita. I risultati sono una conseguenza della qualità della squadra e delle caratteristiche di quello che vuole l’allenatore».