Mourinho che rivincita: il Tottenham umilia il Manchester United

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Clamorosa impresa del Tottenham di Josè Mourinho che espugna Old Trafford rifilando sei reti al Manchester United

Poco meno di un anno fa, il ritorno a Old Trafford fu amarissimo per Josè Mourinho. La doppietta di Rashford sancì il 2-1 per lo United e la prima sconfitta dell’uomo da Setubal sulla panchina degli Spurs. Ma la vendetta, si sa, è un piatto che va gustato freddo. Ancor meglio se con una brillante lezione di calcio come quella che il Tottenham ha saputo confezionare, malgrado il rigore-lampo di Bruno Fernandes potesse risuonare quale cattivo e familiare presagio.

E invece, la sinfonia ospite ha iniziato a prendere forma in meno di cinque minuti, con Ndombele e Son a ribaltare subito il risultato. Indizi di una superiorità che è diventata schiacciante dopo l’espulsione di Martial alla mezzora e con la premiata ditta Kane-Son a chiudere sul 1-4 la prima frazione. Accademia o poco più la ripresa, nella quale Aurier e Kane hanno rimpinguato il bottino rendendo umiliante il pomeriggio per Solskjaer, il quale dovrà ora sperare nell’imminente arrivo di Cavani per dare una sterzata all’avvio balbettante di stagione. Restano però evidenti i problemi di questo United, alle prese con un Pogba disastroso e con il dilemma Van De Beek da risolvere dopo l’ennesima panchina. Gongola, e non potrebbe essere altrimenti, Mourinho: il suo Tottenham ha segnato 13 gol in quattro giorni e non vede l’ora di riabbracciare il figliol prodigo Gareth Bale.