Napoli Atalanta: Gattuso e Gasperini, giù la maschera

© foto Ricomincia la Champions League per l'Atalanta di Gasperini

Napoli Atalanta ha tutta l’aria di essere già una sfida indicativa sul ruolo in campionato: outsider o serie candidate allo Scudetto?

Non ci fosse anche il derby di Milano, Napoli Atalanta sarebbe abbondantemente il match clou della quarta giornata di Serie A. Vero, siamo ancora all’alba di una stagione che si annuncia complicatissima per evidenti motivi, ma il match tra partenopei e bergamaschi lascia già viva la sensazione di rappresentare un piccolo spartiacque.

Sentenza del Giudice Sportivo alla mano, i ragazzi di Gattuso si ritrovano a dover inseguire, oltretutto con l’handycap della penalizzazione. Contro merito, va detto, perché Mertens e soci avevano impressionato nelle prime uscite: la difesa coordinata dal ritrovato Koulibaly ha mostrato solidità e organizzazione, la varietà tecnico-tattica dei centrocampisti può regalare molteplici soluzioni, l’approccio italiano di Osimhen è stato prepotente quanto ben augurante.

Sul versante orobico, l’orologio perfetto di Giampiero Gasperini ha ricominciato a ticchettare con meravigliosa precisione. Un’enciclopedia di spettacolo e calcio sfrontato che ha prodotto 13 reti nelle prime tre giornate. L’Atalanta, il più delle volte, dà la sensazione di poter essere inarrestabile per chiunque le si trovi di fronte e all’orizzonte si intravede anche la luce in fondo al tunnel del genio Ilicic.
Nel contesto di una Serie A che quasi tutti pronosticano vivrà sul duello tra Juventus e Inter, che ruolo potranno recitare Napoli e Atalanta? L’ambizione di semplici outsider da terzo posto sembra poter stare stretta a entrambe e allora, cari Gattuso e Gasperini, giù la maschera!