Napoli, il piano per arrivare a Chiesa

© foto www.imagephotoagency.it

Calciomercato Napoli: Aurelio De Laurentiis ha praticamente annunciato l’imminente arrivo di Simone Verdi, ora si lavora per Federico Chiesa

All’accelerata impressa ieri sul capitolo Verdi, con il Napoli che si è portato decisamente avanti nella trattativa per il jolly offensivo del Bologna, può fare seguito un piano strutturato per mettere le mani sul grande obiettivo estivo del club partenopeo. Federico Chiesa è da tempo nei radar del Napoli, con il presidente Aurelio De Laurentiis che in lui ha individuato l’acquisto ideale, giovane e già forte, per rafforzare il suo Napoli con qualità e criterio. Il muro che la Fiorentina ha eretto nelle ultime sessioni di calciomercato è stato decisamente elevato: la società viola ha più volte manifestato l’intento di non privarsi del suo miglior calciatore, anzi di volerlo erigere a simbolo del nuovo progetto. Una trattativa dunque piuttosto complessa, non soltanto per il Napoli ma per qualsiasi club interessato: la concorrenza si è infatti resa subito densa e disposta a mettere sul piatto cifre importanti pur di assicurarsi uno dei prospetti più validi nell’attuale panorama del calcio italiano.

Chiesa, il piano del Napoli

Il Napoli però non ha rinunciato all’idea di portare Chiesa alla corte di Carlo Ancelotti, che di per sé può rappresentare un veicolo ulteriore alla definizione della trattativa. Ma andiamo con ordine: secondo le indiscrezioni in possesso della redazione di Calcionews24.com, innanzitutto il Napoli ha intenzione di superare il muro dei quaranta milioni di euro, la cifra che è già arrivato a proporre pur di strappare il gioiello Chiesa alla bottega viola. Di fronte ai reiterati no della Fiorentina si può ragionare su una base complessiva di cinquanta milioni di euro. Magari da ripartire tra i quaranta cash e i dieci relativi all’inserimento nella trattativa di una contropartita tecnica: Roberto Inglese il nome più gettonato, Amato Ciciretti il jolly eventualmente da aggiungere. Si è fatto anche il nome di Marko Rog, ma la dirigenza partenopea non se ne priverebbe a cuor leggero e vorrebbe vederlo all’opera nelle rotazioni che il nuovo allenatore Carlo Ancelotti attuerà con più insistenza rispetto alla passata gestione Sarri.

Napoli, restyling offensivo?

Con l’approdo imminente di Simone Verdi e l’eventuale arrivo di Federico Chiesa, il Napoli muterebbe con forza il suo vestito offensivo: due esterni nuovi da aggiungere alla corte di Carlo Ancelotti, il primo dei quali un jolly offensivo che può giocare anche in posizione centrale, sia da trequartista – come accaduto ad Empoli – che da falso nueve, ruolo di riferimento offensivo che ha spesso ricoperto nel Bologna di Donadoni. Dovessero davvero entrambi vestire la maglia del Napoli, o comunque se il club partenopeo riuscisse ad acquistare un secondo attaccante oltre a Verdi, ecco che le porte girevoli potrebbero innescarsi per José Maria Callejon: l’interesse del Milan è vivo da tempo, le sirene spagnole lo tentano per un ritorno in patria. L’esterno ex Real Madrid si trova benissimo a Napoli e non avrebbe alcun problema a restare, da comprendere quali siano in tal senso le strategie del club e le eventuali proposte effettive per il calciatore. Giorni caldi per il calciomercato partenopeo: il Napoli di Ancelotti inizia a prendere forma.