Connettiti con noi

Hanno Detto

Nicola: «Salvezza non scontata. Futuro? Ho già tutto chiaro in testa»

Pubblicato

su

Nicola

Davide Nicola, tecnico del Torino, ha parlato ai microfoni di Torino Channel dopo il pareggio contro il Benevento: le sue parole

Davide Nicola, tecnico del Torino, ha parlato ai microfoni di Torino Channel dopo il pareggio contro il Benevento. Le sue parole.

MATCH – «I ragazzi sono stati bravi, abbiamo provato a vincere fino alla fine sfiorando il secondo gol in più occasioni. Sono riusciti a fare una partita propositiva cercando di portare via il miglior risultato possibile. Chiudiamo la stagione con una rimonta importante, avendo rimontato tanti punti sulle dirette concorrenti e avendo fatto anche più punti di molte squadre che ci hanno preceduto in classifica».

FUTURO – «Da parte mia il gran lavoro svolto da me, tutto il mio staff e dai ragazzi deve lasciare soddisfatti perché è stato raggiunto qualcosa di importante che non era scontato. Quando le cose si mettono in un certo modo, nonostante le aspettative della piazza che tutti sappiamo, bisogna mettersi a lavorare duramente e noi sappiamo il duro lavoro che c’è stato dietro. Io faccio tutto sempre al massimo, qualsiasi cosa che faccio la faccio con un entusiasmo naturale. Mi diverto e penso che questo sia l’unico modo di ottenere sempre il massimo, cerco di focalizzare sempre l’obiettivo e godermi ogni passaggio del processo. Questa comunque è stata una salvezza non scontata, ma sono sicuro che se anche dovessi partire dall’inizio questo non basterebbe più. Io ho già tutto chiaro in testa, si tratta poi solo di confrontarsi».

TIFOSI – «Mi ha fatto molto piacere che i ragazzi abbiano fatto anche oggi immediatamente questo cerchio, dandomi anche qualche scappellotto che ci sta. Comunque abbiamo vissuto quattro mesi importanti, fatto di di emozioni e forse poteva sembrare scontato ma non lo era. Le condizioni di questo ultimo due anno e mezzo sono stati particolari, senza la vicinanza del nostro pubblico e giocando così spesso non era facile costantemente automotivarsi. Per noi il pubblico è fondamentale perché ci dà una carica in più».

Advertisement