Da Perin a Caldara, ecco la “flop undici” di inizio stagione 

caldara milan
© foto www.imagephotoagency.it

290 milioni per stare in panchina, ecco la flop 11 dei calciatori acquistati per guardare i compagni giocare

Transfertmarkt ha stilato una lista di calciatori che son stati pagati a fior di quattrini nella passata sessione di calciomercato, ma che hanno (o non hanno) ancora visto il campo. La nota piattaforma online di calcio ha provato a ricostruire una sorta di formazione tipo inserendo per ogni ruolo un calciatore. Ne è venuta fuori una squadra di alto livello, ma che per le cifre sorprende tutti, a partire dal portiere Perin. L’estremo difensore dei bianconeri e della Nazionale Italiana, è arrivato per 12 milioni di euro alla Juventus, ma per lui solamente una presenza in Serie A finora. 

Difesa

In difesa, nella posizione di terzino destro, troviamo Diogo Dalot, un vero e proprio oggetto misterioso che è stato prelevato dal Manchester United per ben 22 milioni dal Porto. Finora solo due presenze con la prima squadra. Mattia Caldara occupa la posizione di difensore centrale. Per colpa dell’infortunio, il giovane difensore del Milan, pagato 35 milioni, ha giocato solamente 90 minuti e tutti contro i lussemburghesi del Dudelange. Ad affiancarlo troviamo il difensore turco Caglar Soyuncu che pur essendo stato pagato 21 milioni dal Leicester City, in Premier non ha ancora messo piede. A completare il reparto difensivo un altro calciatore italiano, per l’esattezza Adam Masina. L’ex Nazionale U21 è stato ceduto dal Bologna al Watford per una cifra pari a 5 milioni, ma ha giocato solfitato 6 minuto in Premier. 

Centrocampo

Eccoci arrivati a centrocampo. Qui spicca il nome di Fabinho, calciatore pagato 45 milioni dal Liverpool, che ha trovato 15 minuti in Champions e 0 minuti in Premier League. Non è da meno l’inizio di stagione di Arturo Vidal. L’ex Juve è andato al Barcellona per 18 milioni di euro, ma per lui ancora 0 presenze. Secondo il quotidiano AS, l’ex Bayern non si sarebbe integrato nello spogliatoio e sarebbe già un problema. A completare il reparto ecco Malcom, un altra meteora del Barcellona di questo inizio di stagione. Per lui 41 milioni, ma solo 25 minuti in campo. 

Attacco

Nel tridente d’attacco troviamo poi Vinicius JuniorKalinicModeste. Il primo è stato acquistato per 45 milioni, troppi per aver giocato solamente 12 minuti. A centro dell’attacco spunta poi Kalinic. L’ex Milan sembra un’altra persona dopo la sua esperienza alla Fiorentina e, dopo la pessima stagione dell’anno scorso, sembra volersi ripetere anche quest’anno dove ha giocato 142 minuti, ma non ha trovato ancora la porta. Decisamente male per un’attaccante pagato quasi 15 milioni. A concludere la formazione ecco Anthony Modeste che è stato riscattato per 29 milioni dal TJ Quanjian, ma dopo due mesi ha chiesto la rescissione del suo contratto per il mancato pagamento di premi. Il giocatore è attualmente fuori rosa al Colonia.

Ecco la formazione tipo

Ma proviamo quindi a inserire i nomi sopracitati in una formazione tipo. Ne verrebbe fuori un 4-3-3 di alto livello nel quale spiccano sicuramente alcuni nomi. Perin, Caldara, Fabinho e Vidal fra tutti. Ma chi allenerebbe questa squadra? Bè vedendo un po’ la situazione in Europa è facile intravvedere un’allenatore che pur essendo stato pagato molto non ha ancora convinto. Parliamo del Ct del Real Madrid Lopetegui. In questa stagione, su 8 partite, son arrivate 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. Davvero troppo poco per un’allenatore che dovrà cercare di ricalcare quanto fatto precedentemente da Zidane.

FLOP 11 (4-3-3): Perin; Dalot, Caldara, Soyuncu, Masina; Fabinho, Vidal, Malcom; Junior, Kalinic, Modeste. Allenatore: Julen Lopetegui.