Questo Emerson Palmieri servirebbe eccome a Inter e Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Nella trasferta polacca della Nazionale non è passata inosservata la prestazione di Emerson Palmieri: propositivo in attacco, determinante difensivamente

La maglia Azzurra per riconquistare fiducia e condizione: missione compiuta per Emerson Palmieri, senza dubbio autore di una prova convincente nello 0-0 in Polonia. E dire che il ventiseienne di origini brasiliane avrebbe dovuto essere tutto fuorché in buona forma se consideriamo i 114 minuti giocati in questo inizio di stagione.

Già, perché la concorrenza al Chelsea si è fatta spietata con l’arrivo milionario di Chilwell e la permanenza di Marcos Alonso, situazione che ha ridotto drasticamente il minutaggio dell’ex Roma. Appena due le presenze raggranellate sin qui, entrambe in Carabao Cup e solamente la prima da titolare, mentre spiccano le quattro “tribune” sofferte in Premier League. Insomma, è netta la sensazione che Emerson Palmieri sia attualmente la terza scelta nelle gerarchie di Frank Lampard.

Un vero peccato analizzando la sfida di Danzica, nella quale l’esterno mancino si è rivelato sempre puntuale negli inserimenti offensivi, a sfruttare perfettamente i movimenti ad accentrarsi di Pellegrini. Buonissima, in realtà, anche la fase difensiva con la chicca di quel salvataggio miracoloso ad anticipare Lewandowski che ha salvato la porta di Donnarumma nel primo tempo.

Una prestazione completa e solida, uno spot anche in chiave calciomercato: Inter e Juventus lo hanno inseguito e continueranno verosimilmente a farlo nel mercato di gennaio, a ragion veduta.