Roberto Carlos, che incubo l’Inter! «Hodgson non capiva di calcio»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Carlos è tornato a parlare della sua (fugace) esperienza all’Inter: nel mirino Roy Hodgson

Uno dei più grandi rimpianti dell’era Moratti all’Inter è senza dubbio Roberto Carlos. Il terzino brasiliano è rimasto in nerazzurro una sola stagione, il tempo di essere bollato dall’allenatore dell’epoca, Roy Hodgson, come «indisciplinato tatticamente» ed essere ceduto per soli 7 miliardi di lire ad un incredulo Real Madrid.

All’allenatore inglese, in un’intervista al Sun, Roberto Carlos non ha risparmiato critiche: «La permanenza di Hodgson all’Inter mi ha distrutto. Mi ha fatto giocare a centrocampo e dovevo considerare che c’era la possibilità che questo potesse rovinare la mia carriera. Non è che non avevo un buon rapporto con Hodgson. E’ solo che non capiva molto di calcio. Quando l’Inter perse in finale di Coppa Uefa colo Schalke nel ’96 era solamente colpa sua». Opposto il giudizio su Capello, suo allenatore con i galacticos: «Capello era diverso e sono andato al Real per lui. E’ stato l’allenatore più importante della mia vita».