Rüdiger: «Grazie a Spalletti sono migliorato. Totti unico»

mario rui roma
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Antonio Rüdiger, difensore della Roma, sul rapporto con Luciano Spalletti e sull’impatto nella scorsa stagione di Francesco Totti

Il difensore della Roma, Antonio Rüdiger, rilasciato delle dichiarazioni al sito ufficiale della società giallorossa. Ecco le sue parole: «L’esonero di Garcia? Ero abituato ai cambi di allenatore visto che nello Stoccarda, la mia ex squadra, ho cambiato qualcosa come sei allenatore in quattro o cinque anni. Quindi ero abituato ad affrontare il cambio. Garcia è comunque un uomo molto alla mano e un ottimo professionista. Spalletti? Quando si seppe che sarebbe arrivato lui, ho chiesto agli altri calciatori cosa ne pensavano e tutti mi hanno detto che si trattava di un personaggio unico. Ed avevano ragione. Grazie a lui sono migliorato molto difensivamente, ma anche in fase di costruzione. Mi ha aiutato davvero molto. Ogni allenatore, comunque, ha i suoi pregi ed i suoi difetti e ciò che posso dire su Rudi e Luciano è che sono entrambi ottimi allenatori, apprezzati in tutta Europa». 
SU TOTTI«Il suo impatto nella scorsa stagione è stato fenomenale. Francesco è un idolo e un esempio per tutti noi. Ricordo la partita contro l’Atalanta, quando eravamo sotto 3 – 2. E’ entrato ed ha segnato la rete del pareggio. In quel momento eravamo tutti contenti per lui. Quella partita pazza contro il Torino, quando è entrato ed ha segnato due goal in due occasioni avute…è stata incredibile, davvero. La sua esperienza gli consente di capire esattamente come agire in momenti del genere. La scorsa stagione, quando abbiamo sfiorato il secondo posto, Francesco è stato fondamentale. I complimenti, però, vanno a tutta la squadra, perché ce l’abbiamo fatta quasi fatta. Quello che posso dirgli è “Rispetto”. Rispetto la sua carriera e per me è un onore giocare assieme ad un calciatore come lui».