Connettiti con noi

Champions League

Sarri: «Benfica tra le top d’Europa ma proveremo a vincere»

Pubblicato

su

sarri napoli maksimovic besiktas

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara interna col Benfica. Le sue dichiarazioni

Le parole di Maurizio Sarri in conferenza stampa alla vigilia di NapoliBenfica in programma domani e valida per la seconda giornata dei gironi di Champions League: «Credo che la squadra sia pronta e sia consapevole dell’importanza dell’evento. E’ la quarta testa di serie della Champions. Loro sono forti, ho visto tutte le partite e loro conducono il gioco senza affanni. Hanno un ottimo livello di organizzazione, hanno qualità tecniche e lo scorso anno stavano per eliminare il Bayern Monaco. Speriamo di crescere ancora, magari grazie anche all’aiuto dei tifosi. Lottare sui due fronti? Al momento la Juventus è avanti ma ora è meglio parlare di Champions. L’anno scorso si parlava dell’Inter primo e della rinascita, sulla carta la Juventus è palesemente la favorita».

IL COMMENTO – Prosegue Sarri: «Formazione? Devo vedere le condizioni dei giocatori e per questo sarà fondamentale l’allenamento di oggi. Calo delle prestazioni? L’anno scorso abbiamo fatto 41 punti nel girone d’andata e 41 in quello di ritorno, il calo delle prestazioni è solo una deduzione giornalistica. Forse siamo calati a febbraio ma un mese di calo su un periodo di 10 mesi ci può anche stare. Piano piano inseriremo i nuovi in un contesto comunque difficile, sono arrivati a fine agosto ed è difficile allenarli con tante partite. Il livello medio italiano è superiore a quello portoghese, ma loro hanno eccellenze al top in Europa. Il Benfica gioca bene partendo dalla difesa, hanno dei difensori forti tecnicamente, hanno dei centrocampisti di grande tecnica e hanno anche Salvio e Pizzi, i due esterni, di grande talento. Poi davanti c’è Guedes che mi piace tantissimo, mi ha fatto un’impressione straordinaria. Proveremo a condurre la partita, ma vediamo, ci saranno momenti in cui dovremo correre noi sul loro palleggio».