Connettiti con noi

Serie A

Serie A, i possibili protagonisti della 20ª giornata

Pubblicato

su

Quagliarella

Le 20 squadre di Serie A iniziano il girone di ritorno: ecco i possibili protagonisti della 20ª giornata

Sfide interessanti e occasioni di riscatto: la 20ª giornata di Serie A propone un programma di gare che non mancheranno di regalare goal ed emozioni ad appassionati e tifosi. Si apre il venerdì sera con l’anticipo Torino-Fiorentina, confronto diretto della zona bassa della classifica. Il sabato vedrà giocarsi altri tre anticipi: apertura col botto con il match del Dall’Ara fra il Bologna di Mihajlovic e il Milan capolista di Pioli. Per i rossoneri un test importante per verificare se il passo falso nel derby di Coppa Italia è stato solo un incidente di percorso o qualcosa di più serio. Sempre di sabato, alle 18 si annuncia particolarmente combattuta la sfida fra la Sampdoria di Ranieri e la Juventus di Pirlo, con il Ferraris campo tradizionalmente ostico per i bianconeri. Alla sera l’Inter di Conte sfida in casa il Benevento, con la possibilità concreta, in caso di mancata vittoria dei cugini, di balzare in vetta alla graduatoria. Fra le partite di domenica, spiccano l’incerto confronto fra l’Atalanta di Gasperini e la Lazio di Simone Inzaghi, e la gara della Sardegna Arena fra Cagliari e Sassuolo, che offre alla formazione isolana la possibilità di rialzarsi dopo 6 sconfitte di fila. Il turno si conclude alla sera con altre due partite che vedono impegnate altre due big: il Napoli di Gattuso affronta in casa il Parma di D’Aversa, mentre la Roma di Fonseca, alle prese con il caso Dzeko, ospita nel posticipo serale l’ostico Verona di Juric. Ma vediamo i possibili protagonisti della 20ª giornata di Serie A:

FIKAYO TOMORI, BOLOGNA-MILAN

Il difensore francese ex Lione è atteso ad una prestazione importante al suo debutto in Serie A contro il Bologna, dopo aver fatto l’esordio ufficiale nel Derby di Coppa Italia. Giocherà al centro della difesa in coppia con capital Romagnoli, vista l’indisponibilità dell’infortunato Kjaer e di Gabbia, e dovrà dare risposte significative contro una squadra insidiosa come quella rossoblù, che propone solitamente 4 giocatori offensivi: un centravanti, Palacio o Barrow, più tre trequartisti particolarmente vivaci come Orsolini, Soriano e Sansone. Il Milan non può permettersi ulteriori passi falsi in campionato, pena perdere il primato in classifica che gli ha consentito di laurearsi la settimana scorsa Campione d’inverno.

FABIO QUAGLIARELLA, SAMPDORIA-JUVENTUS

L’esperto attaccante è finito nelle scorse settimane al centro di voci di calciomercato che parlavano di un possibile ritorno a Torino, e ora potrebbe rivelarsi il pericolo numero uno per la Juventus di Andrea Pirlo, attesa da una sfida difficile in trasferta contro la Sampdoria di un allenatore esperto come Claudio Ranieri. I blucerchiati proveranno a creare problemi ai campioni d’Italia, e punteranno molto sul fiuto del goal del giocatore partenopeo, a segno 4 volte in 21 gare giocate in carriera da avversario dei bianconeri. In questo campionato ha già realizzato 7 goal, e dopo 5 turni in cui è rimasto a secco la retroguardia della Vecchia Signora dovrà stare molto attenta nel controllarlo, se non vorrà lasciare punti per strada in quel di Genova.

LAUTARO MARTÍNEZ, INTER-BENEVENTO

Il rendimento di ‘El Toro’ è stato piuttosto incostante nelle ultime settimane, e anche nel Derby infrasettimanale di Coppa Italia l’argentino non ha particolarmente brillato, fallendo un paio di ghiotte occasioni davanti al portiere. La sfida casalinga contro il Benevento, in programma sabato alle ore 20.45, sembra capitare a fagiolo per dimostrare che, nonostante 4 gare senza reti, l’attaccante i goal sa sempre farli. Sono 9 quelli messi a segno in stagione, cui devono sommarsi 4 assist. L’ultima volta è accaduto in casa il 3 gennaio con una tripletta contro un’altra neopromossa, il Crotone. Per i sanniti di Pippo Inzaghi, che saranno chiamati a un lavoro super in fase difensiva per contenere lui e Lukaku, non la più semplice delle trasferte.

Advertisement