Connettiti con noi

Hanno Detto

Serie A spezzatino, Ferrero: «DAZN deve darci i soldi»

Pubblicato

su

FERRERO

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero è tornato a parlare della proposta di DAZN della Serie A spezzatino

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, è stato ospite del programma In barba a tutto, su Rai 3 e si è soffermato sul suo passato, sull’assemblea di Lega e sulla sua vita. Le sue dichiarazioni.

LEGGI L’INTERVISTA COMPLETA SU SAMP NEWS 24

FORTUNA – «La fortuna conta. Contano sempre le botte di culo. La fortuna per me è un ingrediente non importante, di più. Anche in una partita: perdi due a zero poi quello si sbaglia, fa autogol, fai il 2-1, poi il 2-2 e va casa con tre pallini ed è finito. La fortuna è essenziale, io sono nato fortunato. Ringrazio sempre qualcuno lassù. Grazie. Dal momento che tu pensi, non fai niente. Il mondo penda, tutti pensano e non succede mai nulla. Se pensi, non fai nulla. Io mi sono divertito, sono un miracolato. Come dici tu sono un uomo fortunato. Ho 70 anni e mi rode pure il culo. Se devo dire la verità rifarei tutto perché su  certe cose che ho fatto non ci ho capito niente. Penso ai trascorsi e guardo avanti».

ASSEMBLEA DI LEGA E DAZN – «Stavamo in lega oggi, secondo me abbiamo fatto una votazione non giusta. DAZN ha proposto lo spezzatino. Loro hanno vinto per sette partite e vogliono fare tutti slot diversi. Facendo così ne fanno dieci. Io allora ho detto se vuole fare dieci orari diversi ci devono dare i soldi. Tutti facevano demagogia. Io ho detto votiamola, se paga bene altrimenti niente. Quando tutti hanno votato a favore dei dieci slot mi sono incavolato, ho gridato e ho fatto ragionare gli altri presidenti. Hanno fatto un errore di sbaglio, che vuol dire che si sono sbagliati due volte. Dunque mi son messo lì e ho detto ora voglio vedere chi vuole regalare i soldi a DAZN. Alla fine ho detto le mani non mi ubbidiscono te ne vai ad un presidente che si è avvicinato».

Advertisement