Connettiti con noi

Focus

Spezia, le dimensioni del ‘caos calmo e ordinato’ di Thiago Motta

Pubblicato

su

Thiago motta

Lo Spezia lotterà per la salvezza e ha scelto di puntare su una squadra giovane e sul giovanissimo Thiago Motta in panchina

Lo Spezia continua a sorprendere. E lo fa con l’allenatore più giovane della Serie A che schiera la squadra più giovane della Serie A, tra le più giovani d’Europa. Il tecnico ha schierato una squadra con la quinta media età più bassa tra tutti e cinque i maggiori campionati europei. Solo Brest (24.75), Saint-Etienne (24.74), Bayer Leverkusen (24.64) e Monaco (24.31) hanno schierato squadre con un’età media più giovane di quella dello Spezia, 24.8 anni. Il progetto degli spezzini è chiaro: puntare sui giovani (Janis Antiste, nato il 18 agosto del 2002, è ad oggi il più giovane marcatore di tutta la serie A). Triennale a un giovanissimo tecnico che ha idee moderne, a volte ‘bizzarre’ o comunque poco comuni o strane se preferite, e che da giocatore, specie negli ultimi anni di carriera, è stato criticato perché ‘lento’. Ma giocava con tutti gli allenatori. E ora che è diventato tecnico si diverte a sperimentare nel suo ‘caos ordinato’.

Laboratorio aquilotto: Thiago Motta libero di inventare. Basterà per la salvezza?

Sin qui l’allenatore ha cambiato moduli e ruoli. Non siamo al 5-5-5 di Oronzo Canà, ci perdonerà Thiago per la battuta, ma si sono visti terzini diventare centrocampisti, giocatori cambiare ruolo. Il tecnico ha schierato, ad esempio, Ferrer e Sala in mezzo al campo, anche da registi. E sin qui sta avendo ragione. Quattro i punti conquistati, non tantissimi, ma vanno considerate le difficoltà. Lui è alla prima vera esperienza in panchina, in più allena una squadra giovanissima. E poco importano le dimensioni del Picco, come dichiarato da Stefano Pioli al termine della gara di sabato scorso. Un Milan che ha sofferto contro un bello Spezia. Una squadra che ha messo in mostra non solo buone individualità ma tante idee di gioco interessanti. Basteranno per salvarsi? E’ ancora presto per dirlo. Ma intanto benvenuti nel fantastico mondo di Thiago Motta!