Supercoppa Italia femminile: Roma eliminata, ma quanta rabbia

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Supercoppa Italia femminile: la Juventus vola in finale, battendo la Roma 2-1. La squadra giallorossa, però, ha molto da recriminare, il motivo

La Juventus di Rita Guarino batte 2-1 la Roma, grazie ad un gol di Girelli ai tempi supplementari, qualificandosi così alla finale di Supercoppa Italia femminile. Per il team di Betty Bavagnoli, però, resta l’amaro in bocca per diversi motivi.

Il team giallorosso sullo 0-0 si divora il vantaggio con Andressa: la brasiliana calcia alto un penalty. Gol sbagliato e gol subito, la legge del calcio non tradisce e infatti Bonansea, dopo un velocissimo contropiede porta sull’1-0 le bianconere.

La Lupa pareggia con Lazaro, ma il direttore di gara annulla per un inesistente fuorigioco: imbufalita la panchina romana. Pari che arriva nella ripresa con Swaby (minimo sindacale, vista l’ottima performance sin lì di Serturini e compagne).

Ripresa di buon livello, ma la maledizione giallorossa prosegue: rosso a Ceasar per aver toccato con la mano il pallone fuori dall’area (decisione alquanto dubbia, visto che entrambi i talloni calpesterebbero di poco la linea).

Si va ai supplementari, la Juve attacca ma la Roma si difende con ordine. Betty Bavagnoli pensa già ai rigori, non consapevole che la beffa è dietro l’angolo: a quattro minuti dal termine colpo di testa di Girelli e game over.