Come cambia il Toro senza De Silvestri e Baselli

de silvestri
© foto www.imagephotoagency.it

Nella delicata sfida contro l’Atalanta, Walter Mazzarri dovrà fare a meno di Lorenzo De Silvestri e Daniele Baselli squalificati

Gli ultimi sogni granata di centrare una clamorosa qualificazione in Europa passano per Bergamo. Domenica pomeriggio il Toro affronterà l’Atalanta, in un mini, durissimo, ciclo di partite che metterà a dura prova la squadra di Mazzarri: Atalanta, Lazio, Napoli prima del finale soft con Spal e Genoa. Serve un miracolo. Senza contare che contro i bergamaschi mancheranno sia De Silvestri che Baselli fermati dal giudice sportivo. Se Daniele Baselli era in diffida e il rischio di prendersi un giallo in una partita “cattiva” come quella contro il Milan era alto, Mazzarri non sarà stato contento dell’ ingenuità del terzino che ora obbligherà il tecnico granata a una mini-rivoluzione in vista del prossimo turno.

Per contrastare le ali atalantine, Mazzarri rispolvererà Cristian Molinaro la cui ultima presenza da titolare risale al 18 febbraio contro la Juve nel derby. Poi la rottura del perone in allenamento costrinse il terzino a saltare quattro partite, per poi tornare in panchina contro il Crotone. Ora avrà il difficile compito di assistere N’Koulou e Moretti in difesa cercando di contenere Gomez e Gosens sulle fasce. Probabile che Mazzarri chieda all’ex Juve di non cercare improvvide sortite offensive ma piuttosto di badare più alla fase di copertura.

In mezzo al campo invece oltre allo squalificato Baselli, da segnalare anche i piccoli problemi fisici di Joel Obi che hanno costretto il nigeriano ad alzare bandiera bianca. Scelte che paiono dunque obbligate per Mazzarri: Rincon e Acquah andranno a comporre la diga davanti alla difesa. Minime le chance di una maglia da titolare per Mirko Valdifiori. L’ex Empoli, quando è stato chiamato in causa, ha sempre offerto prestazioni insufficienti facendolo scivolare agli ultimi posti nelle gerarchie di Mazzarri per un posto a centrocampo. Probabile formazione che quindi presenterà Sirigu tra i pali, Burdisso, N’Koulou, Moretti in difesa con esterni alti l’insostituibile Ansaldi e Molinaro. Rincon e Acquah davanti alla difesa con Ljajic e Belotti in attacco. Da valutare le condizioni di Iago Falque.