Udinese-Napoli 0-1: pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Udinese-Napoli, 14ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

UdineseNapoli 0-1, vittoria fondamentale per gli uomini di Sarri che operano il contro-sorpasso sull’Inter di Spalletti e si riappropriano della testa della classifica. Decisiva la rete di Jorginho, siglata nella prima frazione di gioco dopo che Scuffet aveva ribattuto il penalty dello stesso regista italo-brasiliano. Discreta prestazione della nuova Udinese di Oddo sotto il profilo dell’intensità, risultata però troppo spuntata negli ultimissimi metri.

Udinese-Napoli 0-1: pagelle e tabellino

MARCATORI: pt 32′ Jorginho

Udinese (3-5-1-1): Scuffet 6; Angella 5 (38′ st Bajic s.v.), Danilo 6, Samir 6.5; Widmer 6, Barak 6.5, Fofana 5 (30′ st Jankto s.v.), Balic 6, Adnan 6.5; De Paul 6.5; Perica 5.5 (15′ st Lasagna 5). A disposizione: Pezzella, Bochniewicz, Borsellini, Pontisso, Lopez, Larsen, Nuytinck, Ingelsson. Allenatore: Massimo Oddo

Napoli (4-3-3): Reina 6; Maggio 7, Chiriches 6, Koulibaly 6.5, Hysaj 6.5; Allan 6.5, Jorginho 6.5 (26′ st Diawara 6.5), Hamsik 5 (38′ st Rog s.v.); Callejon 6, Mertens 5.5, Insigne 5.5 (32′ st Zielinski 6). A disposizione: Sepe, Rafael, Albiol, Maksimovic, Mario Rui, Leandrinho, Giaccherini, Ounas. Allenatore: Maurizio Sarri

ARBITRO: Marco Di Bello di Brindisi
NOTE: ammoniti Danilo, Jorginho, Perica, Adnan, De Paul, Widmer; Scuffet ha respinto un calcio di rigore a Jorginho

UDINESE – IL MIGLIORE

De Paul 6.5: Il limite è la continuità del suo raggio d’azione, ma sarà fondamentale nell’idea di calcio di Oddo per la funzione di raccordo tra i blocchi, tra la fase di contenimento ed il riferimento offensivo. Anche oggi sono diversi i suggerimenti per Perica, in alcuni dei quali si evidenziano le sue ottime doti tecniche.

UDINESE – IL PEGGIORE

Fofana 5: Il meno lucido dei tre centrocampisti centrali schierati quest’oggi da Oddo: il pressing dell’Udinese è molto intenso per l’intero arco della partita, la trama però sembra interrompersi proprio quando si capita dalle sue parti. Complice una condizione fisica da ritrovare: sostituito infatti nella ripresa, con la spia della riserva accesa da un pezzo.

NAPOLI – IL MIGLIORE

Maggio 7: Esempio di rara professionalità. Da anni indiziato a lasciare il Napoli, alla fine resta nella sua casella e – non appena chiamato in causa – garantisce il suo apporto incondizionato: come oggi alla Dacia Arena, in una gara complessa per la sua squadra, abile a procurarsi il rigore del vantaggio partenopeo ed autore di un recupero provvidenziale su Perica, che aveva sorpreso  Chiriches e Koulibaly.

NAPOLI – IL PEGGIORE

Hamsik 5: Altra prestazione sottotono. Poco cattivo negli inserimenti, impreciso nella costruzione della manovra, contribuisce alla scarsa fluidità quest’oggi emersa nel Napoli nello scenario della Dacia Arena. Non sembra ritrovarsi: la fiducia di Sarri e di tutto l’ambiente partenopeo è ovviamente immutata, ma cercasi ad ogni costo il Marek Hamsik dei tempi migliori.

Udinese-Napoli: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Ripresa che si è svolta sul copione della prima frazione: pressing piuttosto deciso dell’Udinese su indicazione di Oddo e linee di palleggio del Napoli sporcate, mancata la solita fluidità negli uomini di Sarri che però sono rimasti attenti e concentrati per l’intero arco di tempo, senza di fatto concedere nulla all’avversario.

48′ – Fischio finale: Udinese-Napoli 0-1!

48′ – Conclusione di Barak: blocca Reina

45′ – Tre minuti di recupero

43′ – Napoli che prova ad abbassare i ritmi della gara in questo finale

38′ – Anticipo di Samir su Zielinski pronto a battere a rete. Altre sostituzioni: Rog per Hamsik, Bajic per Angella

36′ – Ottima iniziativa di Zielinski per Callejon, salva un attento Adnan

32′ – Gran botta di Barak: nulla di fatto. Nel Napoli Zielinski per Insigne

30′ – Sostituzione Udinese: Jankto per Fofana

29′ – Chance clamorosa per il Napoli: rimpallo che favorisce Callejon, soluzione volante dello spagnolo da ottima posizione ma tra le braccia del fortunato Scuffet

26′ – Sarri rinforza il centrocampo: Diawara per Jorginho, già ammonito

23′ – Conclusione estemporanea di Barak: Reina risponde in due tempi

19′ – Corner Napoli e conclusione sbilenca di Hysaj

18′ – Azione in velocità del Napoli: abbattuto Insigne, irrompe Mertens nei pressi dell’area e scatta la regola del vantaggio, il belga poi non trova il modo per concludere in porta

15′ – Sostituzione Udinese: Lasagna per Perica

12′ – Sarri richiama i suoi: chiede una gestione della palla più fluida e ritmata

10′ – Imbucata di De Paul per Perica che passa in mezzo a Koulibaly e Chiriches, salva tutto il ritorno di un provvidenziale Maggio

8′ – Conclusione dalla lunga distanza di Samir, senza troppe pretese

5′ – Azione irresistibile del Napoli nello stretto: Samir salva su Mertens, innescato perfettamente da Insigne

3′ – Ancora pressing sostenuto dell’Udinese per disturbare le linee di passaggio partenopee

1′ – Si riparte senza sostituzioni: via alla ripresa di Udinese-Napoli!

SINTESI PRIMO TEMPO – Frazione di gara in cui il Napoli ha ottenuto il vantaggio pur senza strafare: decisivo il fallo da rigore commesso da Angella su Maggio, autore dell’ennesimo inserimento vincente. Battuta di Jorginho e respinta di Scuffet, decisivo il tap-in dello stesso regista italo-brasiliano. Udinese che non è riuscita a creare grattacapi alla retroguardia partenopea.

46′ – Intervallo: Udinese-Napoli 0-1

45′ – Un solo minuto di recupero

44′ – Numero di Mertens e classica imbucata di Insigne per Callejon: salva tutto Adnan

41′ – Jorginho per Hamsik, grande intuizione in profondità del regista, poco cattivo lo slovacco nell’aggressione dello spazio

39′ – Azione insistita del Napoli: Insigne per Mertens che a sua volta favorisce la corsa di Allan, conclusione del brasiliano con potenza ma senza precisione

36′ – Uomini di Sarri che ora gestiscono i ritmi, resta intenso il pressing bianconero

32′ – RIGORE PER IL NAPOLI! Fallo di Angella su Maggio, perfetti i suoi tempi di inserimento, sorpresa la difesa dell’Udinese: si incarica della battuta Jorginho, respinge Scuffet, ma l’italo-brasiliano è lesto sul seguente tap-in e manda avanti i suoi!

29′ – Insigne punta Widmer, attento nell’accompagnarlo sul fondo

27′ – Partenopei che ancora non rintracciano la consueta fluidità nell’esecuzione dello spartito

25′ – Asse Insigne-Mertens, il Napoli spreca un’ottima transizione, a sua volta poi Udinese pericolosa sugli sviluppi di un paio di corner, con Angella e Danilo

22′ – Numero di Mertens tra due difensori bianconeri: Danilo costretto al fallo da ammonizione per arginarlo. Si incarica della battuta lo stesso belga, la barriera salva Scuffet

19′ – Punizione Udinese: Danilo inspiegabilmente lasciato libero dalla difesa partenopea, sponda per Perica che non trova lo specchio della porta

18′ – Napoli troppo lezioso in disimpegno, ne approfitta De Paul: intercetto e conclusione, manca la mira

13′ – Colpo di testa di Widmer: nessun problema per Reina

12′ – Serie di corner successivi per il Napoli, i padroni di casa sventano le minacce

11′ – Hamsik sceglie di servire Callejon quando avrebbe avuto tutto lo spazio per battere a rete

9′ – Napoli in proiezione offensiva sulla corsia destra: gli uomini di Sarri provano ad assumere il controllo della gara

5′ – Alta la posizione di Balic in pressing su Jorginho

3′ – Risposta Udinese: Fofana dalla media distanza, nulla di fatto

2′ – Prima conclusione del Napoli: mancino di Hamsik dopo un ottimo inserimento, palla debole tra le braccia di Scuffet

1′ – Fischio d’inizio: via a Udinese-Napoli!

Napoli chiamato subito a rispondere all’avanzata dell’Inter, che vincendo a Cagliari nell’anticipo serale del quattordicesimo turno di campionato si è momentaneamente presa la testa della classifica: l’operazione contro-sorpasso passa però dalla Dacia Arena, sul campo di un’Udinese che ha appena cambiato allenatore, sostituendo l’esonerato Delneri con il nuovo tecnico Oddo. Tra pochi minuti via alla cronaca live con gli aggiornamenti in tempo reale su Udinese-Napoli. Scelte ufficiali: tra i partenopei, come da indicazioni della vigilia, non ce la fa Mario Rui. Scala Hysaj sul versante sinistro, con il contestuale utilizzo di Maggio da esterno basso a destra. Una novità nella linea difensiva: turno di riposo per Albiol, in campo Chiriches, che aveva giocato anche in Champions League contro lo Shakhtar Donetsk in luogo dello squalificato Koulibaly. Regolarmente in campo capitan Hamsik: parte dalla panchina Zielinski. Oddo ridisegna l’Udinese: difesa a tre, la mediana folta è composta da Fofana, Balic e Barak nel mezzo, Widmer e Ali Adnan sui lati. Il riferimento offensivo è Perica, che sarà supportato da De Paul, deputato a legare il blocco della squadra all’unico attaccante di ruolo.

Udinese-Napoli: formazioni ufficiali

Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Angella, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Fofana, Balic, Adnan; De Paul; Perica. Allenatore: Massimo Oddo

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri

Udinese-Napoli: probabili formazioni e pre-partita

Oddo dovrebbe optare per un accorto 3-5-1-1, con Widmer e Adnan indiziati principali a presidiare le due corsie, in mediana spazio a Barak in luogo dell’indisponibile Hallfredsson, può recuperare l’ex di turno Behrami. Nel Napoli il dubbio principale è uno: l’impiego o meno di Mario Rui, non al meglio delle sue condizioni fisiche. Non dovesse farcela, è pronto Maggio, con il contestuale spostamento di Hysaj sul versante mancino. Scalpita Zielinski per una maglia da titolare nella mediana partenopea.

Udinese (3-5-1-1): Scuffet; Angella, Danilo, Samir; Widmer, Barak, Behrami, Jankto, Adnan; De Paul; Bajic. Allenatore: Massimo Oddo

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri

Si è presentato così il nuovo allenatore dell’Udinese Massimo Oddo nella conferenza stampa antecedente al match della Dacia Arena: «Scuffet gioca, gli altri non ve lo dico. Non andiamo in campo per fare esperimenti in vista delle prossime partite. Domani ci sono tre punti in palio e possiamo avere contro qualsiasi squadra. Noi vogliamo ottenere il massimo, poi se loro saranno più bravi otterranno di più, ma certamente se la dovranno sudare. Il nostro campionato è fatto di 19 partite all’andata e 19 al ritorno e in ognuna ci sono 3 punti in palio. Il Napoli è sicuramente una squadra forte, è prima in campionato, e tra le prime 4-5 in Europa. Esprime uno dei migliori calcio in Europa e quindi è inevitabile che partano in vantaggio, ma noi cercheremo di metterlo in difficoltà. Di certo ognuno sarà nella sua posizione. Credo che un allenatore debba mettere nelle migliori condizioni i giocatori per rendere al meglio. Già non è semplice assorbire le direttive di un nuovo allenatore, quindi saranno poche e chiare per ottenere il massimo risultato da ogni singolo giocatore. Ma il modulo non ve lo dico perchè se possiamo ottenere un piccolo vantaggio che lo teniamo ben stretto e quindi solo domani vedrete cosa faremo in campo. Ottimo approccio con i giocatori perchè c’è massima disponibilità di tutti i ragazzi perchè chi ha sempre giocato vuole confermarsi chi ha giocato meno vuole mettersi in evidenza. Mi aspettavo  collaborazione massima e disponibilità massima e ci sono state. Il gruppo si è messo a disposizione per capire cosa vuole questo nuovo allenatore. Ho lavorato soprattutto dal punto di vista mentale dando un po’ di coraggio e portando la filosofia di una squadra che va in campo per dare tutto quello che ha, poi con il tempo tutto andrà migliorato».

Udinese-Napoli: i precedenti del match

Sono trentacinque i precedenti disputati in Friuli da Udinese e Napoli, storicamente non è un campo agevole per i partenopei, che si sono imposti in appena cinque occasioni: tredici invece le affermazioni dei padroni di casa, diciassette i pareggi, segno dominante dunque è l’X. L’anno scorso però ha vinto il Napoli grazie alla doppietta di un super Insigne, che proprio alla Dacia diede il là al suo splendido campionato.

Udinese-Napoli: l’arbitro del match

Dirige Marco Di Bello, arbitro classe 1981 appartenente alla sezione di Brindisi. Nessun precedente stagionale con l’Udinese, uno invece con il Napoli, risalente alla vittoria ottenuta dalla banda Sarri al San Paolo contro l’Atalanta, in rimonta (3-1) alla seconda giornata. Nel complesso del suo campionato ha arbitrato cinque gare ed estratto ventiquattro cartellini gialli, ad una media dunque appena inferiore alle cinque ammonizioni a partita.

Udinese-Napoli Streaming: dove vederla in tv

La partita andrà in onda a partire dalle ore 15 in diretta sulle frequenze Sky Calcio 3 e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium Calcio 1. Non solo, perché Udinese-Napoli sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go Premium Play.