Zaccardo: “Che miracolo quello di Sorrentino!”

© foto www.imagephotoagency.it

Difesa sugli scudi oggi a Verona, leit motiv delle ultime prestazioni del Parma. Sempre presente, in queste sfide, Christian Zaccardo che oggi ha preso anche una traversa su punizione: “Mi fermo sempre alla fine dell’allenamento a provare i calci da fermo. Sono miglioratro l’anno scorso in Germania a giocare centrocampista avanzato, ruolo che mi consentiva di arrivare più spesso al tiro”.

Bella prova della difesa, sono due partite che non prendete gol e comunque nelle ultime sei partite ne avete presi soltanto un paio…
“Sono contento abbiamo migliorato la fase dietro, è stata una settimana positiva ed è qualche domenica che facciamo punti. Speriamo di continuare così”.

L’unico sempre presente in queste sfide…
“Insieme a Zenoni abbiamo fatto il trittico, cerco di fare il mio meglio e oggi ho anche provato a fare gol ma il loro portiere, Sorrentino, ha fatto il miracolo”.

Guidolin ha detto: ho scoperto Zaccardo tiratore di punizioni. E’ cambiato lei o ha sbagliato lui, come dice, a non vederla prima?
“Sono migliorato l’anno scorso come centrocampista avanazato. Adesso mi fermo sempre prima al termine dell’allenamento a provare le punizioni e anche oggi ho confermato che i piedi li ho buoni”.

Cosa aveva oggi questo manto dove tutti scivolavate?
“Sì, proprio così, succedeva sia a chi aveva i tacchetti di gomma che a quelli che indossavano gli intercambiabili. Era strano e con entrambe le soluzioni a volte non si riusciva a stare in piedi”.

Può avere condizionato il risultato?
“Oggi era la terza partita in pochi giorni, c’era caldo e poi il campo… Dopo alcune occasioni avevamo speso tanto e alla fine è arrivato il pomeriggio”.

L’Europa league è un sogno?
“Sì è un sogno ma come tutti i sogni cerchiamo di realizzarlo. Ora abbiamo sette partite, cerchiamo di fare più punti possibili e poi vediamo dove siamo arrivati”.

Fonte: fcparma.com