Ventura, ascolta Albertini: «Playoff senza paura, così si va ai mondiali»

demetrio albertini
© foto www.imagephotoagency.it

Demetrio Albertini giocò gli spareggi contro la Russia nel ’97: «Nessuno ha mai pensato di non potercela fare»

Vent’anni fa l’Italia giocò i suoi primi e unici play off di qualificazione al Mondiale francese del 1998. In quel caso gli azzurri affrontarono e batterono la Russia con un 1-1 all’andata e un 1-0 al ritorno. L’ex centrocampista del Milan Demetrio Albertini era il perno di quella nazionale e tramite un’intervista al quotidiano La Stampa, sprona gli azzurri.

Nel 1997 l’Italia arrivò seconda dietro l’Inghilterra nel girone di qualificazione, e non fu esente da critiche da parte di media e tifosi, ma come ricorda Albertini arrivarono al playoff in Russia senza paura e con determinazione. L’ex vicepresidente FIGC spiega come ci si prepara al meglio a questo tipo di sfide: «Bisogna pensare di affrontare una partita fuori da comune, straordinaria. Avendo un grande senso di appartenenza ma non alla nazionale, che deve essere scontato, ma allo spogliatoio. In questo caso devono essere i senatori come Buffon a trasmetterlo come noi l’abbiamo trasmesso a lui ai tempi»

Albertini è sicuro che l’Italia possa qualificarsi al Mondiale, ha le qualità necessarie anche contando sulla nostra maggiore esperienza a questi appuntamenti.
L’intervista si chiude con un giudizio sul lavoro svolto da Ventura: «Mi piace la sua volontà ad andare a cercare i giocatori con un futuro, senza dimenticare i giocatori che hanno costruito la storia di questa nazionale»