Allegri sulla Champions: «Se non la vinciamo quest’anno, sarà per il prossimo»

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus chiarisce il suo rapporto con la società: «Siamo sulla stessa linea ma tutte le storie possono finire»

Massimiliano Allegri ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria della Juventus per 4-1 contro l’Udinese: «Per la gara contro l’Atletico Madrid credo di avere a disposizione un solo terzino, perché De Sciglio non sarà recuperato. Vedremo, qualcosa bisogna fare. Servirà tecnica ed ampiezza, saremo comunque pronti con i calciatori che ho a disposizione».

SULLA GARA CON L’UDINESE – «I ragazzi stasera son stati bravi, ci eravamo preparati bene per questa gara. Adesso mancano cinque vittorie per raggiungere lo scudetto, settantacinque punti a undici gare dalla fine sono una bella quota. Bisogna migliorare singolarmente nei controlli, nelle giocate in verticale. Gol subito? Andrebbe bene questo risultato martedì, ma contro l’Atletico servirà precisione e qualità. Ci arriviamo nelle condizioni migliori».

SU KEAN – «Credo abbia fatto bene a restare qui. E’ molto bravo nell’attaccare la porta, anche se deve migliorare molto nei movimenti. Però ha una qualità straordinaria ed è quella di far gol».

SULL’OBIETTIVO CHAMPIONS – «Abbiamo lavorato bene in questi quattro anni e mezzo, ci siamo sempre giocati la possibilità di vincere la Champions. Con me in panchina, la Juve ha sempre giocato gli ottavi e due finali contro squadre importanti. Se non ci riusciremo quest’anno, sarà per il prossimo».

SUL SUO FUTURO ALLA JUVENTUS – «Su quello che dicono di me, mi viene solo da ridere. Sono state create aspettative troppo alte, giocare la Champions deve essere una gioia. La società ha conquistato fiducia in questa competizione. Il mio rapporto con la Juventus resta buono, anche se le storie possono finire».