L’estate del Milan: tutte le amichevoli verso l’Europa League

milan maglia home 2017-2018
© foto Adidas

Il Milan sarà la prima squadra a iniziare la preparazione in vista della nuova stagione e dei preliminari di Europa League: dal 3 Luglio il ritrovo, l’11 prima amichevole con il Lugano. Ecco tutti gli impegni dei rossoneri…

Da qualche anno ormai siamo abituati a vedere una squadra italiana iniziare la preparazione estiva molto prima delle altre rivali: sono quelle che si sono qualificate al terzo turno preliminare di Europa League, quello cioè prima ancora dei noti spareggi di fine agosto. Quest’anno tocca al Milan di Vincenzo Montella, che si radunerà tra il 3 e il 4 Luglio per i consueti test atletici; seguirà la prima settimana di allenamenti a Milanello, per poi fare la prima uscita pubblica contro il Lugano del neo vice-allenatore ed ex interista Walter Samuel l’11 Luglio alle 19 allo Stadio di Cornaredo. Sarà il probabile esordio dei nuovi acquisti Musacchio, Ricardo Rodríguez e Kessie, che vedremo all’opera nel nuovo undici disegnato dal tecnico campano, mentre sarà ancora assente Andrè Silva, in permesso vacanza dopo la Confederations Cup. In seguito, partenza per l’ormai consueta tournée in Cina: lì i diavoli saranno impegnati in due amichevoli di lusso con Borussia Dortmund prima (19 Luglio) e Bayern Monaco poi (22 Luglio).

COMPETIZIONE SNOBBATA, NON DAL MILAN- A fine mese sarà invece finalmente la volta del primo incontro ufficiale in Europa League, quello più atteso e importante, contro un’avversaria ancora da definire che uscirà dai precedenti due turni eliminatori. Essendo una competizione lunghissima, che per di più porta introiti economici poco rilevanti se non si arriva fino in fondo e se rapportati agli sforzi che richiede coi numerosi turni infrasettimanali, l’EL è spesso dribblata dalle società che cercano un rilancio sportivo nella stagione successiva e temono l’eccessivo impegno già a partire dalla piena estate, quando ancora le squadre sono in costruzione e la preparazione non è ottimale. I rossoneri avevano infatti agguantato il sesto posto nell’ultima Serie A in una strana volata con Inter e Fiorentina, che, perse le possibilità di piazzamenti migliori, sembravano avere tirato i remi in barca e non cercare più il sorpasso sui milanisti.