De Laurentiis sfiducia Sarri: «Ho aspettato troppo. Chiudo con Ancelotti»

de laurentiis
© foto www.imagephotoagency.it

Carlo Ancelotti al Napoli? Forse, intanto da Aurelio De Laurentiis arrivano parole importanti: il presidente pare stufo dell’atteggiamento di Maurizio Sarri e non vuole aspettare

Maurizio Sarri prende tempo e Aurelio De Laurentiis si infuria, così Carlo Ancelotti al Napoli è più che una possibilità. Tra conferme e smentite la trattativa va avanti e nella serata di ieri ADL e Ancelotti hanno concluso il loro incontro. Che ne sarà del Napoli? Chi allenerà gli azzurri la prossima stagione? Un’indicazione arriva chiara dal San Paolo: non sarà Maurizio Sarri. Lo ha detto lo stesso Aurelio De Laurentiis, il retroscena è stato riportato da Il Corriere dello Sport. «Ancelotti è un mio amico da anni. Chiudo con lui e non aspetto più Sarri, anche perché ho già aspettato troppo tempo» avrebbe detto De Laurentiis, in tono piuttosto scocciato. Da giorni ADL aspetta la risposta di Sarri, fin da quando si sono incontrati vicino al centro di allenamento di Castel Volturno e il presidente ha palesato la proposta di rinnovo.

E invece per Sarri è tempo di guardarsi intorno. Ancelotti è il preferito da De Laurentiis per la panchina e per una rivoluzione di mercato tra gli azzurri. Con Marek Hamsik sul piede di partenza, pure altri giocatori del gruppo storico di Sarri rischiano di andare via: è partito Reina, ma anche Callejon, Albiol, Jorginho e Mertens sono a rischio taglio, sebbene sia una storia piuttosto lunga. Non c’è l’ufficialità per l’affare Ancelotti e bisogna prenderlo con le pinze, visto che finora sono arrivate notizie totalmente differenti tra loro. Le ultime indicazioni parlano di un De Laurentiis molto convincente e di un Ancelotti più propenso a dire sì che a rifiutare. Pare che da Napoli arrivi un’offerta di sei milioni e mezzo di euro a stagione per almeno tre anni, cifre importanti per un club che finora non aveva mai pagato così tanto un tecnico.