Connettiti con noi

Atalanta News

Empoli, Andreazzoli: «Salvi? Dobbiamo andare cauti. Inter e Atalanta le migliori»

Pubblicato

su

Andreazzoli
Ascolta la versione audio dell'articolo

L’allenatore dell’Empoli Aurelio Andreazzoli ha parlato a Radio Rai della stagione del suo Empoli, indicando anche le squadre migliori della A

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell’Empoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Rai. Ecco le sue parole:

EMPOLI – «Possiamo dire che andiamo meglio in trasferta rispetto che in casa. L’obiettivo di tutte le squadre è quello di esprimersi al meglio. A  noi, fortunatamente, capita spesso di fare buone partite ultimamente.»

FESTEGGIAMENTI POST VITTORIE – «Non amo molto festeggiare. Gioisco molto nel sentire l’esultanza e la felicità dei miei ragazzi che dopo tanto impegno esprimono soddisfazione. Sentire uno spogliatoio in festa è bellissimo. Siamo riusciti a creare un gruppo importante di titolari e tutti sono improntati nel dare sostegno anche quando non sono utilizzati. Lavoro per questo aspetto.»

VICARIO – «È un grande lavoratore, segue quello che gli diciamo. Adesso il ruolo del portiere è più difficile, devono anche giocare con i piedi e prendersi responsabilità vicino alla porta. Parlare di Nazionale mi sembra prematuro. Ha le caratteristiche per poter fare quello che vuole nelle sua carriera. Nell’intervista a fine gara, chiunque l’abbia ascoltata, può farsi un’opinione del suo carattere. Gli farò i complimenti per la gara che ha fatto e per l’intervista.»

SALVEZZA – «Dobbiamo stare cauti con gli obiettivi o pensare di essere già salvi. Abbiamo visto squadre crollare nelle altre stagioni. Non è scaramanzia. I 26 punti sono tanti rispetto a quello che è l’obiettivo prefissato.»

SCUDETTO – «Ci sono tante squadre attrezzate. Abbiamo sofferto contro Atalanta, Inter e Napoli ieri sera. La Juventus è fuori da questo ragionamento. Il Milan lo affronteremo mercoledì prossimo, tra queste comunque Inter e Atalanta mi hanno dato un segnale di forza e consistenza, anche se le assenze del Napoli pesano in questo momento.»