Connettiti con noi

Inter News

Roma, Conte chiude: «Ora non ci sono le condizioni. Tornare alla Juve? Non si sa mai»

Michele Ruotolo

Pubblicato

su

conte chelsea

Antonio Conte lancia messaggi concreti sul futuro prossimo: un no secco alla Roma, una nuova apertura nei confronti della Juventus e un avvertimento preciso ad Inter e Milan

Antonio Conte decide di uscire finalmente allo scoperto e lo fa in una intervista per La Gazzetta dello Sport in cui prova a disseminare indizi vari sul proprio futuro. Almeno quattro le squadre italiane a cui l’ex tecnico del Chelsea è stato accostato nelle ultime settimane: Juventus, Inter, Milan e Roma. Di un ritorno in bianconero dopo l’addio movimentato di qualche anno fa Conte ha parlato senza chiudere la porta: «I matrimoni, per esserci, devono essere da ambedue le parti – le parole dell’allenatore leccese – . Penso che la Juve abbia iniziato un percorso e penso che siano molto contenti di Massimiliano Allegri, che sicuramente ha continuato il lavoro e sta facendo molto bene. Un domani non si sa mai».

Nessuna chiusura anche a Inter e Milan, a cui però l’ex commissario tecnico azzurro manda un avvertimento chiaro: «Vale per qualsiasi squadra. Io devo avere la percezione di poter battere chiunque. Devo sentire che vincere è possibile. Altrimenti, senza problemi, posso continuare a stare fermo». Va invece peggio alla Roma, con cui Conte chiude ufficialmente ogni discorso, almeno per il momento: «Mi sono innamorato di Roma frequentandola nei due anni in cui sono stato c. t. della Nazionale. All’Olimpico senti la passione da parte di questo popolo che vive il calcio con un’intensità particolare, che per la Roma va fuori di testa. Che vive “per la Roma”. Un ambiente molto passionale, che ti avvolge. Oggi le condizioni non ci sono, ma penso un giorno, prima o poi, io andrò ad allenare la Roma».

Advertisement