Atalanta, de Roon ad un passo. Spinazzola in stand-by

de roon
© foto www.imagephotoagency.it

Intesa con il Middlesbrough vicinissima: l’olandese pronto a tornare a Bergamo

La storia è stata fatta. Dopo Juventus, Udinese e Sassuolo, l’Atalanta diventa il quarto club di Serie A ad avere lo stadio di proprietà: un capolavoro della famiglia Percassi, che lo ha pagato al Comune circa 8,5 milioni di euro (più i due già investiti lo scorso anno per il rifacimento di skybox, pitch view, tribuna stampa, postazioni disabili, parterre Giulio Cesare). Ieri mattina, davanti ad un notaio cittadino, è avvenuta la firma del contratto di vendita. Entro tre mesi, la società nerazzurra dovrà presentare il piano attuativo, che prevede, tra le altre, il rifacimento ex novo delle due curve e l’inserimento di aree commerciali in uno spazio di circa duemila metri quadrati.

Nel frattempo, Giovanni Sartori e Luca Percassi devono pensare al mercato. Oltre al vuoto da colmare in mezzo al campo, c’è anche la grana Spinazzola da risolvere. Fino ad una settimana fa, le sensazioni della dirigenza nerazzurra erano del tutto positive: non era contemplata la possibilità di un addio anticipato dell’esterno azzurro. La Juventus, però, nelle ultime ore è tornata in forte pressing: Spinazzola è un pallino di Fabio Paratici – presente a Bergamo in occasione del trofeo Bortolotti per osservare il giocatore – ed è anche una necessità per Massimiliano Allegri, perché Lichtsteiner sembra in uscita e De Sciglio non rappresenta, per il momento, una garanzia assoluta. Morale? Possibile che nell’incontro dei prossimi giorni – sicuramente prima dell’amichevole tra Atalanta e Valencia – possa essere raggiunta un’intesa, anche perché Spinazzola ha aperto ad un trasferimento immediato in bianconero. Non c’è, comunque, nessun braccio di ferro tra la Dea e il giocatore, che a Bergamo si trova bene e resterebbe più che volentieri anche in caso di mancato accordo tra i due club.

Chi al posto di Spinazzola, dunque? In caso di addio, la società difficilmente tornerà sul mercato. O se lo farà, non investirà cifre importanti. L’idea è di dare spazio a Gosens, prospetto molto interessante: prelevato dall’Heracles Almelo, l’esterno tedesco ha convinto Gasperini in ritiro. Nei giorni scorsi, Laxalt (Genoa) è stato accostato all’Atalanta: operazione difficile, visto che il Grifone chiede 10 milioni di euro. Capitolo centrocampo: sondato Baumgartlinger (Bayer Leverkusen), ma l’obiettivo numero uno resta Marten de Roon. A ore la trattativa può decollare: il Middlesbrough potrebbe scendere da 20 a 16 milioni di euro, bonus compresi, ossia a quanto offrono in questi momenti i bergamaschi. L’olandese, già a Bergamo nel 2015/16, diventerà così l’acquisto più costoso di sempre nella storia del club.