Vrsaljko, Savic e Torres: le alterne fortune degli “italiani” dell’Atletico Madrid

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’Atletico Madrid negli ultimi anni ha spesso acquistato giocatori in Italia: ma come si stanno comportando Vrsaljko, Savic e Torres con la maglia dei colchoneros?

Stasera la Roma affronterà l’Atletico Madrid in una sfida che potrebbe rivelarsi decisiva per la prosecuzione del cammino in Champions League. E per Di Francesco sarebbe potuta diventare un’ottima occasione per ritrovare una sua vecchia conoscenza: Sime Vrsaljko. L’ex terzino del Sassuolo non prenderà però parte alla gara per un problema alla spalla. Questo è solo l’ultimo di una lunga serie di infortuni che il giocatore croato ha dovuto affrontare da quando veste la casacca dei colchoneros e per i quali ha dovuto assistere spesso dalla tribuna alle partite dei suoi compagni. La sua fragilità infatti gli ha permesso di entrare in campo solamente in tre occasioni nella Liga di quest’anno e per l’ex neroverde questi sono numeri al di sotto delle aspettative, considerando che il giocatore è stato pagato ben 18 milioni di euro appena un anno fa.

Partito l’anno scorso con buone probabilità di trovare una maglia da titolare, ha dovuto lasciare il posto a Juanfran per un lungo periodo a causa della rottura del legamento crociato posteriore rimediato durante la partita contro il Siviglia. Quest’anno la speranza era che le cose cambiassero, ma un infortunio al piede prima e uno alla coscia poi lo hanno bloccato per una buona parte di questo inizio campionato. Ora con questo problema alla spalla sembra che il calvario sia tutt’altro che finito. Per ora l’Atletico ha sempre dimostrato di credere in lui e lo ha sempre aspettato, ma non è detto che il mercato di gennaio e le avances di molte squadre italiane (una su tutti il Napoli) non facciano cedere la dirigenza madrilena.

Vrsaljko a parte, l’Atletico Madrid ha all’interno della sua rosa altri uomini che sono passati per la massima serie nostrana. Uno di questi è Savic, difensore che in passato ha vestito tra le altre la maglia della Fiorentina e che ormai è alla terza stagione sotto la corte di Simeone. Anche lui stasera non ci sarà a causa dell’espulsione rimediata la scorsa giornata di Champions contro il Qarabag. Il montenegrino si è rivelato una pedina importante della retroguardia biancorossa e quest’anno ha totalizzato 11 presenze su 13 in Liga. Forse è l’unico “italiano” della rosa a non aver deluso le aspettative dei tifosi.

L’ultimo ex della Serie A a vestire la maglia biancorossa è un uomo simbolo della squadra: Fernando Torres. Il ritorno a Madrid dopo l’avventura inglese e la sfortunata parentesi al Milan sembravano aver ridonato linfa allo spagnolo, ma dopo due stagioni da titolare il Nino sembra essere ricaduto nel baratro, non riuscendo ancora ad incidere come ci si aspetta da un giocatore come lui. Ancora nessun gol infatti quest’anno in 7 presenze, spesso da subentrante. Lui sarà l’unico tra i tre citati a prendere parte alla gara di stasera e farà di tutto per far vedere di saper ancora dare spettacolo, per zittire le critiche e dimostrare quanto tiene a quella maglia per cui ha tifato sin da bambino…