Bonucci, il motivatore: «Leo cercava stima e calore, ritrovati al Milan»

bonucci
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore del Milan è seguito da un motivatore. Ferraririni, motivatore di Bonucci, ha parlato della nuova avventura di Leo

Il Milan ha piazzato il colpo da 90 strappando alla Juventus Leonardo Bonucci, uno dei punti cardine dei bianconeri. Il motivatore del difensore rossonero, Ferrarini, ha parlato della nuova avventura di Leo ma non solo. Queste le parole di Ferrarini a “La Gazzetta dello Sport“: «Perché non è rimasto alla Juve? Non c’erano più le condizioni. Si era rotto qualcosa e si sarebbe solo rovinata una storia splendida. La Juve ha dato moltissimo a Leo e viceversa. Allegri? Non sta a me giudicare quel rapporto. Il trasferimento al Milan è una opportunità irrepetibile per Leo: ha ritrovato stima e calore che cercava e ha ancora più fame di vittorie. Bravo il procuratore Lucci a farlo capire ai diretti interessati. La finale di Champions? No, non ha influito. Cosa rappresenta il 19? Mi avvalgo di una conoscenza antica 5000 anni: numerologia e simbologia. E mi porta a comprendere che il 19 è il numero perfetto per la sua maglia. La usa dai tempi del Bari».