Buffon in lacrime annuncia il ritiro dalla Nazionale: «Lascio in buone mani»

buffon italia
© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere dell’Italia ha parlato al termine dell’incontro contro la Svezia. Ecco le parole di Gigi Buffon

Il portiere della Juventus e della Nazionale Gigi Buffon ci ha messo ancora una volta la faccia. Il numero uno azzurro ha parlato, in lacrime, a “Rai Sport” dopo lo 0-0 che è costato il Mondiale all’Italia: «Dispiace non per me ma per il movimento. Abbiamo fallito un qualcosa che anche a livello sociale poteva essere veramente importante e questo è l’unico rammarico che ho e non certo quello di finire perché il tempo passa ed è giusto che sia così: è tiranno. Dispiace che l’ultima partita ufficiale sia coincisa con una non qualificazione Mondiale. Non abbiamo sottovalutato la Svezia perché chi gioca queste partite sa quanto sia dispendioso recuperare un gol a livello mentale, psicologico. Non siamo riusciti a esprimere il meglio di quello che potevamo fare».

Buffon ha annunciato il ritiro dalla Nazionale: «Ci è mancata l’energia e la lucidità per fare gol. Loro hanno fatto una gara come quella dell’andata. E’ stato uno spareggio deciso per degli episodi: a loro sono andati bene e a noi male ma quando ti vanno male è perché hai delle colpe e quando ti vanno bene vuol dire che hai meritato. Futuro? C’è perché noi abbiamo forza, abbiamo orgoglio e siamo testardi e caparbi. Lascio sicuramente una Nazionale di ragazzi che faranno parlare di loro, compreso Donnarumma e anche Perin e sono sicuro che non mi faranno rimpiangere e volevo dare un grande abbraccio a tutti. Al mio Chiello, al mio Leo, al mio Lele, al mio Barza: a tutti quelli che abbiamo condiviso più di 10 anni. Ventura? Lo sport insegna a vincere e a perdere in gruppo. Il mister ha le colpe che abbiamo noi».