Il calcio contagia tutti: VAR pure nel ciclismo!

© foto www.imagephotoagency.it

Non solo calcio: anche il ciclismo si arrende alla logica del VAR

La notizia è di quelle epocali, ma probabilmente meno dello sbarco della moviola in campo nel mondo del calcio. Fa però uno strano effetto pensare che il VAR, a partire da domani, sbarcherà pure nel ciclismo. A tenerlo a battesimo sarà la Milano-Sanremo 2018, la Classicissima delle due ruote, in programma sabato 17 marzo. Vi state chiedendo a cosa serve la moviola nel ciclismo?

No, non verrà utilizzato per vedere chi ha messo la ruota davanti all’altro in un arrivo allo sprint: per quello c’era già il fotofinish. Si tratterà più che altro di capire se durante la corsa si verificano delle scorrettezze. Un giudice all’interno del pullman dell’emittente che trasmette la gara – domani toccherà alla Rai – avrà a disposizione una decina di monitor per controllare il regolare svolgimento della corsa. Gomiti larghi in volata, cambi ruota e di bici sospetti (ad esempio motorino incorporato) o corridori in difficoltà che nelle retroguardie del gruppo si lasciano trasportare per qualche km dalle ammiraglie. Da domani cambia la musica. Arriva il VAR pure nel ciclismo, chi l’avrebbe mai detto?