Castori: «La molla è sempre la passione»

© foto www.imagephotoagency.it

«Allenatori? Ho copiato da Sacchi e Zeman»

Fabrizio Castori, allenatore del Carpi, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di “Tuttosport”, di cui riportiamo alcuni estratti: «Io sono per la difesa a quattro perché quattro uomini bastano per coprire bene. Se passo a tre è solo perché sono obbligato dagli avversari. Esempio? Con gente come Mandzukic-Dybala o Insigne-Higuain, tutti forti tecnicamente, è dura giocarsela con dei “2 contro 2” e così aggiungo un terzo centrale per avere superiorità nei duelli».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue il tecnico italiano: «La molla è sempre la passione. Gli allenatori da cui ho copiato di più sono stati Sacchi e Zeman. Nel tempo ho migliorato le conoscenze e affinato la gestione. Per me è stato anche uno stimolo per studiare e imparare il mestiere del preparatore atletico: ero solo, senza uno staff, e dovevo costruirmi una sensibilità a livello fisico. Esperienza che mi è utile tutt’ora: i miei occhi spesso anticipano i dati del gps».