Connettiti con noi

Inter News

Correa entusiasta dell’Inter: «Non vedevo l’ora». Inzaghi lo porterà a Verona

Pubblicato

su

Joaquin Correa non vedeva l’ora di approdare all’Inter: Inzaghi farà di tutto per portarlo a Verona domani sera

Corsa contro il tempo per portare Joaquin Correa in panchina al Bentegodi contro il Verona. Come spiega La Gazzetta dello Sport, l’obiettivo è quello di partire in pullman con i compagni oggi pomeriggio. Si va di fretta, talmente di fretta che ieri, più o meno all’ora di pranzo, Inter e Lazio si sono scambiati i documenti con le firme sui contratti. Le cifre dell’operazione sono confermate: 5 milioni di euro di prestito oneroso, altri 25 di riscatto obbligatorio, più un ulteriore milione di bonus che alla società biancoceleste sarà garantito in caso di qualificazione Champions dei nerazzurri. Piccolo retroscena: c’era un filo di apprensione in casa Inter anche ieri mattina sull’affare, per la paura che il presidente biancoceleste Lotito potesse cambiare le carte in tavola dopo l’accordo raggiunto due sere fa.

«Sono felice di essere qui, non vedevo l’ora, ho sempre voluto l’Inter», ha confessato a chi gli stava intorno. Non c’è stato il tempo materiale di raggiungere la sede per le foto di rito. Ma la firma sul quadriennale da 3,5 milioni a stagione è comunque arrivata, nell’hotel in zona San Siro che l’ha ospitato nella sua prima notte milanese: una cena a base di carne argentina insieme all’amministratore delegato Beppe Marotta, al direttore sportivo Piero Ausilio e allo stesso agente Lucci. Peraltro, nello stesso hotel erano presenti anche Edin Dzeko e Ivan Perisic: Correa ha avuto un primo contatto anche con loro.