Dov’è finita la Roma? Fonseca non demorde e studia come ripartire

Roma Fonseca
© foto www.imagephotoagency.it

La Roma è scomparsa. Fonseca ammette: «Il problema è nella testa dei giocatori», e studia le mosse per uscire dalla crisi

Personalità, questa sconosciuta. Il fattore mentale, la capacità di reagire, la voglia di tirarsi fuori dai guai, sono caratteristiche che mancano da sempre alla Roma e questa stagione non è da meno. Garcia, Spalletti, Di Francesco, Ranieri e ora Fonseca. Tutti tecnici che negli ultimi anni hanno dato una chiara impronta alla squadra ma che, allo stesso tempo, sono sempre incappati nel solito problema. Ovvero l’incapacità di reagire alle difficoltà. C’è qualcosa nell’ambiente giallorosso (se si sapesse sarebbe tutto un po’ più facile…) che trita costantemente allenatori e giocatori.

La partita di Bergamo è una fotografia perfetta di queste considerazioni. Una volta passata in vantaggio la Roma aveva certamente il coltello dalla parte del manico. Un attimo, poi, e tutto si è sgretolato. Un errore in marcatura di Spinazzola, il pareggio dell’Atalanta e crollano le poche convinzioni costruite fino a quel momento. L’errore, anzi l’orrore, difensivo successivo e lo svantaggio hanno definitivamente seppellito i capitolini. Dal gol di Pasalic al fischio finale, tuttavia, sono passati 30 minuti. Lasso di tempo in cui la Roma non è riuscita minimamente a tirare fuori la testa dal guscio per provare ad agguantare il pareggio. Ed è proprio questo che preoccupa: la mancanza di reazione.

Fonseca, che a ora non è minimamente in dubbio o a rischio, studia come poter far rialzare la propria squadra. Lo ammette ogni post partita, il tecnico, come sia prettamente un problema di testa e come stia provando a lavorarlo. Non è semplice, e i risultati sul campo lo dimostrano. Riguardo all’aspetto prettamente tattico, il ritorno di Mancini ha dato più equilibrio all’intera compagine. Da capire se il modulo utilizzato sabato sarà confermato o meno dal tecnico che, intanto, lavora coi nuovi giocatori per farli inserire al meglio. Possibile che già giovedì in Europa League Perez abbia un’occasione da titolare. Per venir fuori da questo momento, serve davvero l’aiuto di tutti.