Connettiti con noi

Fiorentina News

Fiorentina, Italiano: «Vlahovic? Vi spiego come stanno le cose»

Pubblicato

su

italiano fiorentina

Fiorentina, Italiano: «Vlahovic? Vi spiego come stanno le cose. Si sta allenando bene e non è distratto da voci esterne»

Nella conferenza stampa alla vigilia dell’esordio in campionato contro la Roma, il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano ha fatto il punto in casa viola. Di seguito le sue parole.

ROMA – «Sto sognando questa sfida per come la sognano tutti gli allenatori che preparano una gara così importante. Abbiamo cambiato tanto, sarà il nostro primo esame contro una squadra fortissima, guidata da un grandissimo allenatore. Ci siamo preparati con la giusta attenzione, cercheremo di mettere in difficoltà la Roma. Vogliamo partire con il piede giusto».

VLAHOVIC – «La situazione di Vlahovic, rispetto all’ultima conferenza, non è cambiata. Dusan sta trattando il rinnovo con la società, è convinto della società e non ci saranno problemi perché il ragazzo è forte e concentrato. Per quanto riguarda la sua presenza e la sua permanenza non ci sono problemi».

FIORENTINA – «Questa squadra prima di tutto deve proporre quello che fa durante la settimana nel migliore dei modi, con furore e qualità. Poi cercheremo di portare a casa il risultato, da domani contano i risultati. Dobbiamo sempre aver voglia di avere il pallone fra i piedi per cercare di andare a far male all’avversario. Sono contento per come si sono integrati i nazionali con il gruppo. Domani voglio vedere la giusta mentalità, come abbiamo fatto in Coppa Italia».

NUOVO CAPITANO – «German è una bella persona, gli faccio un grande in bocca al lupo. La Fiorentina lo ha sostituito benissimo con Nastasic. Per quando riguarda il capitano, penso che Biraghi possa essere un calciatore che può ereditare la fascia da German. Anche per la sua voglia di rivalsa e di riscatto, può essere una guida per i suoi compagni. Questo può dare una mano ad un calciatore come Biraghi: ha qualità, può trascinare i suoi compagni. Il vice-capitano? Per me tutti i giocatori devono trascinare la squadra».