Marino: «Non potevo dire di no a Stirpe»

© foto www.imagephotoagency.it

«Progetto serio, grande voglia di emergere»: il post-Stellone è realtà

Dopo l’annuncio ufficiale come nuovo allenatore del Frosinone, Pasquale Marino, che succede a Roberto Stellone sulla panchina dei ciociari, ha rilasciato queste dichiarazioni per spiegare il perché del sì con la società gialloblù: «Sono molto felice di essere qui a Frosinone, ho voglia di fare bene in questa mia nuova avventura e di ripagare la fiducia concessami dal presidente Stirpe. Dopo una retrocessione dalla Serie A bisogna lavorare principalmente su due aspetti: le motivazioni e gli stimoli della squadra, quindi è questa la prima vera sfida della nuova stagione».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Marino: «La piazza di Frosinone ha accettato con grandissima dignità la retrocessione: ritengo che questo avvenimento dimostri la maturità del pubblico di Frosinone ed è indicativo dell’impegno messo in mostra da parte dei calciatori durante questa stagione. Il ruolo dell’allenatore è molto importante e fin quando ho stimoli voglio dire la mia. Il Frosinone è una società che ha grande voglia di emergere ed un progetto serio alle spalle: per tutti questi motivi non potevo non accettare la proposta del presidente Stirpe».