Gabigol segna e si sfoga: «Fischiato e applaudito»

gabigol
© foto www.imagephotoagency.it

Gabigol, attaccante dell’Inter, si sfoga sui social dopo la rete da tre punti messa a segno a Bologna

Considerato un talento cristallino in Brasile, campione olimpico e acquistato dall’Inter per 30 milioni di euro, relegato in panchina e fischiato dai tifosi. È questo il riassunto fino a ieri degli ultimi mesi di Gabriel Barbosa meglio noto come Gabigol, ora però qualcosa è cambiato. La rete pesante di Bologna è  il segno di un riscatto personale per un giocatore che con De Boer non ha praticamente mai visto campo e che con Pioli, pur facendo intravedere qualcosa, ha faticato molto. Se passi in pochi mesi dall’essere una star ai sonori fischi di San Siro allora lo sfogo post prima gioia diventa d’obbligo. Sfogo che l’attaccante nerazzurro ha postato sul suo profilo Instagram usando le strofe di una canzone carioca: «Sono stato fischiato, umiliato, attaccato, maledetto, minacciato, ma mai impaurito, applaudito, riverito, onorato, premiato dagli uomini e benedetto da Dio».