Gattuso tra campo e futuro: «Conti? Potrei convocarlo. Rinnovo? Non ora»

gattuso milan
© foto www.imagephotoagency.it

Mister Gennaro Gattuso ha detto la sua alla vigilia di Milan-Chievo Verona, match valido per la 29^ giornata di campionato

Il Milan, dopo l’eliminazione in Europa League, è pronta a rituffarsi in campionato. Gattuso, nella sala stampa di Milanello ha presentato la sfida contro il Chievo Verona: «Siamo concentrati esclusivamente su Milan-Chievo Verona, che è come una finale per noi. Poi avremo il tempo di prenderci una pausa e di recuperare i nostri giocatori. Davide Calabria non è ancora in forma per giocare, lo stesso vale per Ignazio Abate. I giocatori del Chievo Verona giocano insieme da molto tempo. Dobbiamo, quindi, diffidare da ciò e fare di tutto per conquistare la vittoria».

Il discorso, quindi, si sposta sul rinnovo di contratto: «Non è il momento giusto per parlarne. Siamo in corsa per qualcosa di importante, siamo concentrati sul lavorare duro. Devo continuare il lavoro che ho iniziato 3 mesi fa e convincere i miei calciatori che siamo una squadra forte». Poi il pensiero va a quanto accaduto contro l’Arsenal: «Ho giocato in Gran Bretagna e conosco la loro visione del calcio. Rigore su Welbeck? Tutti vogliono vincere, non ha sbagliato lui ma chi l’ha fischiato. La doppia sfida contro l’Arsenal ci ha fatto bene, aiutandoci a capire dove dobbiamo migliorare, acquisendo più esperienza. Il nostro obiettivo è giocare di nuovo questo genere di partite». Chiosa su Conti: «Potrei convocarlo per Milan-Chievo Verona: si è allenato con grande consistenza».