Italia, le nomination di Totti: «FIGC? Dico Tommasi. Ecco con chi avrei voluto giocare»

Totti
© foto www.imagephotoagency.it

Francesco Totti dice la sua sull’esclusione dell’Italia dai Mondiali e propone il nome di Damiano Tommasi come nuovo capo del calcio azzurro

L’intervista integrale verrà pubblicata domani, 30 novembre, sul Corriere della Sera ma le anticipazioni delle dichiarazioni rilasciate da Francesco Totti sono già argomento di dibattito. L’ex capitano della Roma, oggi dirigente, ha ammesso di non aver perso contatto con lo spogliatoio giallorosso dopo l’addio al calcio giocato: «Mi imbuco spesso nello spogliatoio: la mattina, il pomeriggio. Per fortuna sono rimasto a contatto con lo spogliatoio, il mister, i giocatori: rivivo le stesse sensazioni senza spogliarmi».

Totti ha detto la sua anche sulla mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali: «L’ho vissuta malissimo, come tutti gli italiani non pensavo non andasse ai Mondiali. Purtroppo è successo: è un episodio che ha sconvolto tutto il mondo. Vedere un Mondiale senza Italia fa effetto. Un nome per far ripartire il calcio italiano? Nomi se ne fanno tantissimi: a me piacerebbe prendesse in mano tutto quanto Damiano Tommasi. Non perché è un amico, ma perché una figura giovanile, positiva, bella, trasparente, conosce il calcio italiano, tante persone».

Infine una chicca: «L’unico rimpianto della mia vita calcistica è non aver potuto giocare con Ronaldo (il fenomeno, ndr): sarebbe stato il mio sogno ma anche il sogno suo. Penso che con me dietro avrebbe fatto molti più gol».