Roma, il metodo Monchi: tra tecnologia e lavoro sul campo

Iscriviti
roma monchi
© foto www.imagephotoagency.it

Monchi ha importato a Roma il suo metodo, la caccia al nuovo talento è aperta

Da Siviglia a Roma il metodo Monchi non cambia. Il dirigente spagnolo ha importato a Trigoria il suo schema per scovare talenti e valutare i calciatori. Un mix di tecnologia e di lavoro sul campo. Con Monchi lavorano in totale 9 collaboratori, con un coordinatore per la prima squadra e uno per le giovanili. Tra i suoi più fidati collaboratori ci sono Dario Rossi, Simone Canovi e il giovane Enrico Paresce. Un lavoro che parte dall’analisi di dati e filmati prodotto da un software del settore ma i giocatori più interessanti si osservano sul campo, da vicino. Ordine di Monchi, secondo cui alla fine l’occhio umano conta di più di un algoritmo. Una rete di osservatori sparsi per il mondo e un sistema che darà i suoi frutti tra qualche anno. Perchè la caccia al nuovo talento è sempre aperta e per l’ex dirigente del Siviglia non ci sono confini e i suoi collaboratori dovranno andare anche in Africa o in Asia per scovare nuovi profili.