Connettiti con noi

News

Juve, Chiesa si consacra a San Siro, è lui l’MVP della 16° giornata

Pubblicato

su

Il detto dice “L’Epifania tutte le feste porta via”. Vero, tranne che per la Juventus di Andrea Pirlo, che col 3-1 in casa del Milan capolista la festa l’ha soltanto inaugurata, rilanciandosi nella corsa al titolo.

L’artefice della vittoria a San Siro è senza dubbio Federico Chiesa, il più elegante all’evento milanese, capace in 60’ di segnare una doppietta e mettere in ombra sia Theo Hernandez che il compagno CR7. È lui l’MVP della 16a giornata, che ha fatto del Diavolo l’avversaria più stimolante in Serie A (tre reti e tre assist).

Nel match di ieri ha stabilito il record stagionale di Efficienza sia Tecnica che Fisica (98%) e si è mostrato iraggiungibile nelle azioni ad altissima accelerazione (99%), percorrendo nell’ora di gioco disputata 7,3 km, di cui oltre 2km ad alta intensità e 260 metri di sprint. Condizione atletica e non solo: l’esterno bianconero spicca nella capacità di prendere le decisioni migliori (K-Solution del 99%) e sotto il profilo tattico (K-Movement del 98%), così come  nella rapidità con cui trasforma un possesso palla in un’azione offensiva (Aggressività del 98%). Da sottolineare anche l’efficacia negli 1 contro 1: punta l’uomo in sei occasioni su sette e in cinque riesce a saltarlo. Una prestazione di altissimo livello per il 23eenne genovese, che per confermarsi ed entrare definitivamente nell’élite dei Top Player dovrà migliorare solo in fase di palleggio (K-Pass dell’87% con zero passaggi riusciti ad alto coefficiente di difficoltà) ed aumentare il suo contributo in fase difensiva (Pressing 90%). 

Advertisement