Connettiti con noi

Atalanta News

L’Atalanta domina a San Siro con un super Ilicic, Gomez è già il passato?

Pubblicato

su

La partita di Josip Ilicic contro il Milan è un trattato di tecnica e tattica applicato al mondo del calcio, che vale al fuoriclasse sloveno il suo secondo titolo stagionale di MVP di giornata.

Dopo l’abdicazione del “Papu” Gómez da leader dell’Atalanta, Ilicic ha raccolto la sua eredità caricandosi sulle spalle la squadra e conducendola al successo contro i rossoneri nell’ultimo turno. Nella gara di San Siro l’attaccante della Dea giganteggia in ogni parte del campo, facendosi quasi beffa degli avversari con giocate sontuose.

Ma l’ex Fiorentina non è nuovo a questo tipo di prestazioni contro il Milan, la squadra contro cui ha partecipato a più gol (quattro reti e tre assist) in Serie A da quando veste nerazzurro. Il suo bottino contro il Diavolo è stato arricchito con un gol su rigore, il 12° su 15 calciati nel campionato italiano, coronamento di una performance segnata da un Indice di Efficienza Tecnica da Top Player Europeo (97%). Nel sonoro 3-0 del Meazza, Josip ha messo in mostra i pezzi più pregiati del suo repertorio, come la capacità di optare per scelte di gioco ottimali (K-Solution 96%), una eccellente proprietà di palleggio (K-Pass 98% con il 50% di passaggi riusciti ad altissimo coefficiente di difficoltà) e l’altissima efficacia negli 1 contro 1 (98% di Aggressività Offensiva: su 6 occasioni ne conclude positivamente 5).

Il rendimento del talento della Dea viaggia di pari passo con lo stato di forma, in netta ripresa dopo un lungo periodo di inattività, come testimonia un indice IEF del 95%, che raggiunge il 96% nelle azioni ad altissima accelerazione. Anche se il fantasista atalantino ha ancora bisogno di alti tempi di recupero per rendere al massimo: completa 106 metri al minuto e produce il 15% in meno di alta intensità rispetto alla media della squadra. Un dato che rappresenta un’inezia, se paragonato all’apporto inestimabile di Ilicic alla sua Atalanta.

Advertisement