Lecce, Giacomazzi: “Pronto a giocare in difesa”

© foto www.imagephotoagency.it

In seguito alla decisione di rimandare la prima giornata di Serie A per il mancato accordo sul contratto collettivo, il capitano del Lecce, Guillermo Giacomazzi, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del sito web ufficiale dei salentini per esprimere la sua opinione: “La decisione di non giocare è una decisione forte; l’accordo collettivo doveva essere firmata più di un anno fa e non ora, quando pareva si fosse arrivati ad un accordo e poi invece la firma è slittata. Si è arrivati a questa decisione che penso sia giusta perchè era stato deciso tutto prima e poi non si è siglato l’accordo. Ieri ho sentito Grazioli, il segretario dell’AIC, mi ha detto di un ultimo tentativo fatto questa mattina. Come ho detto prima è una decisone forte, presa per riuscire ad avere quello che vogliamo. Purtroppo dopodomani non si giocherà , noi calciatori siamo i primi a voler scendere in campo. Certo con lo sciopero ci sono dei pro e dei contro, ma noi dobbiamo pensare a risolvere questa situazione, sperando che quanto prima si possa arrivare ad una firma”.

Il centrocampista parla poi di un possibile cambio di ruolo, con Giacomazzi che potrebbe arretrare in difesa: “In questa settimana mister Di Francesco mi stava provando come centrale di difesa, certo è un ruolo completamente diverso, ma mi affascina. Anche De Canio lo scorso anno mi ha provato in quella posizione, è diverso rispetto che giocare in mezzo al campo, bisogna interpretarlo con un’altra testa. Non giocando domenica avremo la possibilità  di lavorare due settimane per fare meglio rispetto a domenica scorsa contro il Crotone e poi visto che chiuderà  il calcio mercato si arriverà  a lavorare con la rosa al completo.”