Lega Pro, Lucarelli “divorzia” con il Messina. Il Catania pronto ad ufficializzare il “matrimonio”

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico e la società giallorossa hanno deciso di non continuare il loro rapporto, in scadenza al 30 giugno. L’ex bomber del Livorno aveva richiesto, come condizione per il rinnovo, puntare ad obiettivi più nobili con acquisti di mercato mirati. Il Messina dà esclusiva priorità agli adempimenti burocratici per l’iscrizione al prossimo campionato. Si fa sotto il Catania che potrebbe strappare il consenso dell’allenatore già nelle prossime ore.

La notizia era da tempo nell’aria ed ora ha trovato la sua ufficialità: Cristiano Lucarelli l’anno prossimo non continuerà l’avventura a Messina. L’ex attaccante del Livorno, dopo aver conquistato la salvezza con la formazione peloritana, non proseguirà la sua avventura alla riva dello Stretto. Una condizione che appariva chiara da diverso tempo, stante che il tecnico aveva a più riprese chiesto certezze e programmazioni al club di Franco Proto, ma l’attuale condizione economico-finanziaria della società giallorossa non permetterebbe, almeno nell’immediato, di poter imbastire un progetto competitivo per il campionato di Lega Pro.

COMUNICATO STAMPA – Nella giornata di ieri, il Messina, tramite il proprio sito ufficiale, ha così reso noto il divorzio con l’ex calciatore che, nella stagione del torneo 2004/05, fu capocannoniere della Serie A: “Cristiano Lucarelli e A.C.R. Messina hanno deciso di non continuare il loro rapporto, in scadenza al 30 giugno. In questo momento la società è concentrata, in tutte le sue componenti, negli adempimenti burocratici per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie C, nella campagna abbonamenti e nell’iter per ottenere la concessione dello stadio “Giovanni Celeste”. La programmazione tecnica rappresenterà una priorità a partire dalla prossima settimana”.

SI RESTA IN SICILIA? – L’addio a Messina non corrisponderebbe però ad un saluto alla terra siciliana. Il Catania, infatti, sta da tempo pressando per portare Lucarelli ai piedi dell’Etna. Nelle scorse giornate, l’a.d. etneo Pietro Lo Monaco avrebbe già incontrato a Torre del Grifo l’allenatore toscano per mettere in piedi le basi di accordo che, secondo diverse indiscrezioni, si baserebbe su un contratto biennale. Lucarelli prende tempo, ma entro 48 ore potrebbe arrivare la definita fumata bianca che porterebbe il tecnico a poco più di 100 km dalla sua vecchia avventura. Intanto, il Catania dovrà risolvere nei prossimi giorni il nodo “Rinaudo”, cercando di trovare un nuovo accordo con lo Sporting Lisbona per spalmare su più mesi il debito residuo di 1,4 milioni di euro. Sciolto l’ultimo nodo economico (ancorchè entro il 26 giugno la società dovrà pagare stipendi, fidejussione ed iscrizione al nuovo campionato) ed ufficializzato il tecnico, la dirigenza rossazzurra potrà dedicarsi al mercato per assemblare la squadra da affidare a Lucarelli.