Connettiti con noi

Hanno Detto

Matri: «Locatelli e Pogba i migliori talenti che ho avuto come compagni»

Pubblicato

su

Alessandro Matri parla di Manuel Locatelli alla Juventus: ecco le dichiarazioni dell’ex attaccante bianconero

Alessandro Matri ha giocato con Manuel Locatelli al Sassuolo e anche al Milan. Il suo parere sul passaggio alla Juventus, intervistato da Tuttosport.

LOCATELLI –  «Locatelli ha dimostrato sul campo le sue qualità e il fatto che la Juventus lo abbia acquistato è una conferma in più del valore di Manuel. Il trasferimento in bianconero e il trionfo all’Europeo sono il giusto coronamento per l’esplosione di cui è stato protagonista negli ultimi tre anni. Confermo quello che dissi un anno e mezzo fa: Locatelli e il giovane Pogba sono i migliori talenti che ho avuto come compagni». 

LOCATELLI MATRI MILAN E SASSUOLO –  «Esatto. Nell’autunno 2013, quando ero tornato al Milan dopo i primi due scudetti con la Juventus, Allegri aggregò alla prima squadra per qualche allenamento un ragazzino di 15 anni. Quel giovane era Locatelli e già allora si intuiva che fosse un talento con un’ottima prospettiva. Allegri, come gli capita spesso, vede e capisce in anticipo certe cose. Su Manuel ha avuto ragione, lo conosce bene e per questo credo lo abbia voluto fortemente».

CONTATTI CON LOCATELLI – «Ci siamo sentiti durante l’Europeo e gli ho scritto anche ieri. Messaggio breve: “Manuel, fatti valere. E gioca come sai!». 

AFFARE LOCATELLI – «Un gran colpo, la Juventus ha fatto centro. Al di là delle qualità, Locatelli è giovane, italiano e con la testa sulle spalle. Io alla Juventus mi sono trovato benissimo e conosco il club: Manuel, per tutti questi motivi, è un giocatore molto forte e in perfetto stile Juve».  

COSA PUO’ DARE ALLA JUVE – «Manuel, rispetto agli altri centrocampisti bianconeri, ha più la giocata in verticale. È un buon palleggiatore, è abile in entrambe le fasi e può giocare in modi diversi: centrocampo a due o a tre, ma anche mezzala o regista. Se iniziasse a segnare anche 4 gol in più a campionato, diventa il top. Ha tutto per arrivare a essere un giocatore totale e sono convinto che con Allegri, che lo conosce bene ed è bravissimo con i centrocampisti, realizzerà l’ultimo salto di qualità».