Miccoli, chiesti 4 anni per estorsione aggravata

fabrizio miccoli
© foto www.imagephotoagency.it

Fabrizio Miccoli è nei guai: la Procura di Palermo ha chiesto una condanna a 4 mesi per l’accusa di estorsione aggravata

Problemi giudiziari per l’ex attaccante del Lecce, Fabrizio Miccoli: la Procura di Palermo, infatti, ha chiesto una condanna a 4 mesi per estorsione aggravata del metodo mafioso. L’ex giocatore avrebbe incaricato un suo amico, Mauro Lauricella, figlio del boss della Kalsa, di recuperare 12 mila euro per una vicenda legata alla gestione di una discoteca. Lauricella, secondo la Procura, avrebbe utilizzato metodi molto violenti pur adempiere alla richiesta di Miccoli. L’avvocato dell’ex calciatore, Giovanni Castronovo, ha parlato così a Il Corriere del Mezzogiorno: «Siamo basiti da questa richiesta della dottoressa Mazzocco, perché è in totale contrasto con quanto scritto dalla Procura nella richiesta di archiviazione e con la sentenza, seppur non ancora irrevocabile, che stabilì che non ci fosse alcuna estorsione. Non è stato preso in considerazione nessun elemento a favore della difesa».