Milan, questo Calhanoglu diventa un problema: Montella lo scarta

milan
© foto www.imagephotoagency.it

Condizioni fisiche non ottimali per il centrocampo e non adatto da esterno: per il Milan non c’è spazio per il trequartista Calhanoglu nel 4-3-3 di Montella. Acquisto accantonato?

Acquistato e presentato in pompa magna appena due mesi fa, e adesso già dimenticato dal Milan. Hakan Calhanoglu fatica ad inserirsi nella squadra di Vincenzo Montella, e in generale il suo approccio col calcio italiano mostra difficoltà. Il turco, la cui posizione naturale e prediletta sarebbe quella di trequartista, al momento dovrebbe adattarsi a fare l’interno di centrocampo o in alternativa l’esterno d’attacco nel 4-3-3 preferito dal tecnico campano in questo avvio di stagione pur di trovare un posto da titolare, ma né in un ruolo né nell’altro ha finora convinto quando impiegato: le sue condizioni fisiche risentono ancora dei sei mesi di inattività precedenti al suo arrivo a Milano, e tra le sue abilità non c’è sufficiente dinamicità e capacità di attaccare la profondità per poter fare il tornante alto.

Montella nella conferenza stampa odierna pre-match ha confermato di preferirgli Bonaventura (seppur anche lui non in formissima) e Borini per la sfida di domani contro la Lazio, ed ecco così che la situazione di Calhanoglu diventa un problema per i rossoneri. Un problema quantificabile in 22 milioni di euro più bonus: una bocciatura pesante per un Milan che ora dovrà risolvere un grana non di poco conto.