Milan, senti Lentini: «Ho sofferto parecchio a lasciare il Torino, volevo restare»

Iscriviti
lentini
© foto www.imagephotoagency.it

Gigi Lentini, grande ex di Milan e Torino, confessa che nel 1992 avrebbe preferito restare in maglia granata

Quando Milan e Torino si incrociano, il grande ex da contattare è sempre lui: Gigi Lentini. Un passaggio dal granata in rossonero datato 1992, per l’allora cifra record di 65 miliardi. Numeri che a San Siro Lentini non riuscì a confermare di valere, soprattutto a causa del grave incidente automobilistico che ne compromise la carriera ad altissimi livelli. A distanza di anni da allora, e a pochi giorni da un delicatissimo Milan-Torino di campionato, è lo stesso ex calciatore – intervistato da La Stampa – ad ammettere che il suo cuore è rimasto più legato ai granata: «Di là ho vinto 3 scudetti, una Coppa dei Campioni, una Coppa Uefa, 3 Supercoppe. Però il Toro era e resta casa mia, poi io non sono uno che ama i cambiamenti: è stata una decisione che professionalmente andava fatta, però ho sofferto parecchio».

Il Milan in quella trattativa riuscì ad avere la meglio sulla Juventus sul filo di lana, ma Lentini ammette che – fosse dipeso da lui – sarebbe rimasto volentieri al Torino: «Non avrei dovuto dire certe cose, ma io all’epoca sarei davvero voluto restare al Toro: mi ricordo che l’ultima partita contro l’Ascoli, quando fui portato sotto la Maratona, ero convinto di rimanere. Firmai l’ultimo giorno possibile. Il presidente Borsano aveva qualche problemino economico, non fui l’unico ad essere venduto».