Come cambia il Milan con Bonaventura: perché è imprescindibile per Montella

bonaventura milan
© foto www.imagephotoagency.it

Milan, Bonaventura torna a disposizione e Montella pensa già a dove schierarlo contro il Napoli

Dopo la sosta delle nazionali il Milan recupera un tassello importante per il suo centrocampo. Con il rientro di Bonaventura, Montella potrà tornare a contare su uno dei suoi uomini cardine e la duttilità del centrocampista potrebbe cambiare totalmente la disposizione in campo dei rossoneri già per la partita contro il Napoli. Il tecnico, infatti, avrà un forte dubbio: tornare al 3-5-2 o proseguire con il 3-4-2-1? La risposta a questa domanda dipenderà proprio dalla collocazione in campo dell’ex atalantino, che nel corso della stagione non ha ancora trovato una posizione precisa. L’areoplanino lo ha già impiegato sia come esterno che come mezzala e molto probabilmente contro i partenopei verrà utilizzato come trequartista al fianco di Suso, relegando Calhanoglu in panchina. Il turco non ha ancora dimostrato di valere i 22 milioni spesi per lui quest’estate e in questo momento continuare a puntare su di lui rinunciando a uno tra Suso e Bonaventura pare una follia.

Lo stesso Bonaventura a inizio campionato si era espresso sulla questione sostenendo: «Di ruoli ne ho fatti tanti in carriera, però quest’anno, qualunque sia il modulo, io devo fare la mezzala». La volontà del giocatore dunque è chiara, ma l’ultima parola spetta al mister e pare evidente che quest’ultimo non abbia ancora deciso con certezza. La sfida di domani lancerà forti segnali all’ambiente rossonero, permettendo di capire le reali ambizioni di questo Milan e certificando se dopo la vittoria con il Sassuolo la crisi sia definitivamente alle spalle o se quello di Reggio Emilia sia stato un fulmine a ciel sereno. L’unico elemento sicuro è che in una partita di questo spessore il talento di Bonaventura è imprescindibile. Dopo la rivoluzione di quest’estate la società ha deciso di ripartire dai pochi giocatori che durante le stagioni passate hanno dimostrato di essere all’altezza e Jack è uno di questi. Per tale motivo il Milan non può assolutamente rinunciare al suo estro, soprattutto in un match importante come quello contro gli uomini di Sarri.