Milan: arriva la prima, cocente sconfitta del 2019. E la difesa si riscopre fragile

© foto www.imagephotoagency.it

La sconfitta per 2-3 nel derby della Madonnina ha un sapore amaro in casa Milan, che cade per la prima volta nel 2019

Alla fine, la prima sconfitta del 2019 è arrivata. Ed è forse la peggiore pronosticabile per i tifosi del Milan, costretti a cedere la posizione sui rivali dell’Inter nella partita più sentita della stagione, il Derby della Madonnina. Il 2-3 realizzatosi al termine di questi incredibili 90′ ha mille sfaccettature. Uno di questi riguarda il fatto che in Serie A, nel nuovo anno, i rossoneri avevano conquistato 6 vittorie e 2 pareggi , numeri che avevano consentito la clamorosa rimonta sull’altra compagine milanese.

Invece, proprio contro i nerazzurri le ambizioni e le aspettative del Milan sono crollate come un castello di carte. Il Diavolo arrivava all’appuntamento nettamente favorita rispetto ai rivali: per stato d’animo, risultati e posizione in classifica. L’Inter, priva del suo bomber Mauro Icardi e con i giocatori contati, è però riuscita nell’impresa di uscire con 3 punti dalla sfida all’ultimo sangue del Meazza.

Un risultato che riporta all’attenzione una fragilità difensiva che sembrava ormai essere dimenticata in casa Milan. Nel 2019, infatti, i rossoneri avevano subito solo 3 reti, rispettivamente contro Roma, Atalanta e Chievo. E questa sera, in un solo match, ne sono arrivate altrettante. Donnarumma e compagni sono stati annichiliti dalla Pazza Inter di Spalletti, capace di intavolare una prestazione corale di assoluto spessore. Intendiamoci, nulla è ancora perduto, tutto può essere ribaltato. Ma appare chiaro dinnanzi a queste considerazioni che c’è ancora molto lavoro per Rino Gattuso.