Milan, senti Aubameyang: «La mia famiglia deve tanto ai rossoneri»

© foto www.imagephotoagency.it

Pierre-Emerick Aubameyang ha parlato prima della sfida tra Arsenal e Milan

Non sarà in campo questa sera poiché non inserito nella lista UEFA dell’Arsenal ma è evidente che Pierre-Emerick Aubameyang non sarà uno spettatore come gli altri nella gara di ritorno all’Emirates contro il Milan. L’attaccante gabonese, intervistato dal sito ufficiale dei Gunners, ha parlato del suo passato rossonero, passato che quest’estate ad un certo punto è sembrato poter tornare d’attualità grazie al mercato: «Quando ero al Milan ero molto giovane e con poca esperienza, ma imparai a diventare un professionista. Sono stato fortunato perché all’epoca c’erano dei grandi giocatori come Maldini, Nesta, Kakà, Seedorf, Ronaldo. Ero piuttosto timido, ma ho imparato tanto guardando questi calciatori».

Il legame della famiglia Aubameyang con il Milan è fortissimo: in rossonero, tra giovanili e prima squadra, hanno giocato oltre a Pierre Emerick anche i fratelli Catilina e Willy. A chi gli chiede per chi tiferà la sua famiglia, però, l’ex attaccante del Borussia Dortmund risponde così: «Ovviamente per l’Arsenal, anche se la mia intera famiglia è cresciuta al Milan. Siamo stati fortunati ma la vita poi prende la sua strada. Abbiamo tanto rispetto per il Milan, ci hanno aiutato tanto e siamo stati fortunati a passare del tempo con loro».