Napoli, da Firenze 3 punti e la consapevolezza che c’è tanto da lavorare

© foto Mg Firenze 24/08/2019 - campionato di calcio serie A / Fiorentina-Napoli / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: esultanza gol Lorenzo Insigne

Debutto folle per il Napoli contro la Fiorentina. Risultato importante, ma c’è tanto lavoro per Ancelotti in vista della Juve

Un Napoli con tante luci e altrettante ombre espugna, alla fine, lo stadio Artemio Franchi di Firenze. C’è stato di tutto nei primi 90 minuti della stagione: le sviste clamorose dell’arbitro Massa e dei suoi assistenti, un ritrovato potenziale offensivo, un Manolas un po’ incerto, qualche giocatore chiave come Koulibaly e Allan ancora lontani dalla condizione migliore e un equilibrio di squadra, in generale, ancora da ricercare.

È successo anche troppo, per una squadra che intende candidarsi con credibilità a sfidare la Juve nella corsa scudetto. Agli azzurri servirà sicuramente più regolarità e stabilità per poter stare al passo, ma intanto ciò che resta è che per il Napoli siano arrivati 3 punti, già pesantissimi, perché troppo pesante per il morale sarebbe stato presentarsi allo Stadium sabato prossimo già in deficit di punti nei confronti dei bianconeri. E allora, innanzitutto resteranno i 3 punti. Per migliorare c’è tempo, e la sensazione è che la rosa a disposizione di Ancelotti abbia ampissimi margini di miglioramento nell’utilizzo che se ne può fare. Qualcosa però il Napoli dovrà registrarlo già a stretto giro, perchè il big match di Torino varrà anche poco, al 31 agosto, come fatturato di punti, ma potrà avere un’incidenza già molto importante nella tutela di un entusiasmo che è fondamentale salvaguardare e possibilmente alimentare all’ombra del Vesuvio per poter realmente mettere paura alla corazzata bianconera.