Retroscena Italia-Svezia: De Rossi sul pullman svedese per scusarsi

de rossi italia
© foto www.imagephotoagency.it

Non solo capitan Buffon: anche Daniele De Rossi ha voluto stigmatizzare il comportamento dei tifosi di San Siro

Serata da dimenticare quella di lunedì sera a San Siro, sia durante che dopo ma soprattutto prima della partita, gli italiani hanno fatto vedere il lato peggiore di sé.
I fischi all’inno svedese sono un gesto da condannare senza appello, come già aveva fatto capitan Buffon, applaudendo vigorosamente durante l’esecuzione dell’inno scandinavo.

Ebbene, non è stato l’unico a stigmatizzare quel becero comportamento.
I media svedesi hanno infatti rivelato che un altro degli azzurri si è voluto schierare scusare: si tratta di Daniele De Rossi, che secondo quanto raccontato da Pontus Jansson si è recato direttamente sul pullman della squadra scandinava per scusarsi del comportamento dei suoi connazionali: «Si è scusato per alcuni dei comportamenti dei giocatori durante il match a Stoccolma e per i fischi dei tifosi durante il nostro inno nazionale nella gara di ritorno. L’atmosfera sul pullman era tipo “Wow, sta succedendo davvero?”. E’ stato uno dei momenti più belli da un po’ di tempo a questa parte, davvero. Che razza di gentiluomo! Una persona veramente carina e un vero leader.»

Anche il compagno di squadra Ken Sema conferma: «Tutti hanno pensato che sia stato grandioso. Da grande giocatore qual è… E ha detto proprio così! Ben fatto.»